Battiti Live 2018 a Bari: scaletta, artisti e come arrivare: biglietti, scaletta, come arrivare

Dopo la tappa di Ostuni al debutto e quella di Lecce,quella di Andria e quella di Melfi la scorsa settimana la sedicesima edizione di Battiti Live sbarca a Bari per l’ultima tappa e per la prima volta sul molo San Nicola, in un luogo simbolo della città, noto come “Nderr la’ lanz”, lo storico mercato dove i baresi mangiano il pesce crudo.

Nel cast troviamo J-Ax, Mihail, Negrita, Irama, Biondo, Francesca Michielin, Elodie, Michele Bravi, Gué Pequeno, The Kolors, Le Vibrazioni, Jack La Furia, Enrico Nigiotti, Thomas.

Alla conduzione sempre Alan Palmieri ed Elisabetta Gregoraci in onda in diretta televisiva su Telenorba e RadionorbaTv. Al momento ancora non è stata rivelata la scaletta della serata. Mediaset ha invece confermato che la prima tappa di Battiti Live 2018 andrà in onda su Italia 1 in differita giovedì 2 agosto.

Come raggiungere l’evento

Secondo quanto riporta La Repubblica, sosta vietata fino nel tratto del lungomare compreso tra largo Adua (sul lato del prolungamento di via Abbrescia) e piazzale IV Novembre, in via Fiorese e via Quarnaro. Inoltre non si potrà parcheggiare neanche in corso Cavour, nell’area di sosta delimitata tra le due carreggiate di corso Cavour, il prolungamento di via Cognetti ed il prolungamento di via Dante.

Il divieto di transito sarà attivo sul tratto del lungomare compreso tra piazzale IV Novembre e piazza Diaz, in piazza Diaz e su largo Giordano Bruno (nel prolungamento di via XXIV Maggio). Chiuse al traffico anche una parte delle strade che portano a piazza Diaz, ossia via Goffredo Di Crollalanza, il tratto compreso tra via Imbriani e lungomare di Crollalanza e il tratto di strada di collegamento tra largo Giannella e lungomare Di Crollalanza.

Per aiutare chi vuole raggiungere il concerto con l’autobus e quindi parcheggiare le macchine, sarà anche attivato un servizio straordinario del Park & Ride. Saranno aperte tre aree di sosta: Largo 2 Giugno, Pane e Pomodoro, Vittorio Veneto (lato terra), che rimarrà sempre aperto.