Social Network Mania: che fine hanno fatto gli antenati del web?

Con il passare degli anni, oltre alle innovazioni tecnologiche, hanno fatto la loro comparsa i Social Network. I social Network, ormai sono parte integrante di noi, tanto che molto spesso siamo sempre con il cellulare in mano per controllare tutti i nostri account o quelli dei nostri amici.

Molto spesso però controlliamo i profili dei nostri “amici” Famosi. Infatti i Social Network sono sfruttati come mezzo per sponsorizzare musica, film, fiction e tanto altro.  La Social Network Mania è esplosa piano piano, prima di Facebook e Instagram c’erano i loro antenati… ma che fine hanno fatto? sono stati definitivamente cancellati? Oppure esistono ancora?

Social Network ante litteram: Netlog e MySpace

C’era una volta Internet, innovazione fondamentale e rivoluzionaria, nata per migliorare la comunicazione e non solo… Internet poi apri le sue porte ai Social Network, nati e pensati per mettere in contatto le persone oppure come pagina di diario elettronico, virtuale dove poter dar sfogo ai pensieri.

Il più “antico”  Social di tutti è forse MySpace, nato come comunità virtuale nel 2003 dai creatori Tom Anderson e Chris DeWolfe. Questo social era molto versatile perchè poteva essere per suoi utenti  un blog, un profilo personale, un gruppo, oppure uno spazio dove condividere foto, musica e video.  MySpace è stato uno dei primi social ha cambiare anche le regole della discografia. Infatti grazie a questo spazio virtuale, molti artisti emergenti sono riusciti a conquistarsi uno spazio nella discografia. MySpace dava la possibilità di caricare le proprie canzoni ed era dunque una sorta di vetrina per farsi conoscere artisticamente. Grazie a MySpace artisti come Nicki Minaj gli Arctic Monkeys, Lily Allen, Adele, i Belladonna, Mika ed i Cansei de Ser Sexy sono diventati famosi in tutto il mondo.

Oggi MySpace è ancora attivo ma ha modificato radicalmente il suo intento e il suo aspetto. Dal 2013 il Social Network dà possibilità di ascoltare musica gratuitamente dopo essersi registrati ed è possibile aprire la propria stazione radio.

Netlog è un Social Network relativamente recente, l’anno della sua creazione è il 2006, ed è stato pensato appositamente per i giovani. Pensate che nel 2006 oltre 60 milioni di persone si sono registrate su Netlog.com. Questo social non si differenia tanto da quelli attuali, infatti  si potevano pubblicare playlist musicali,  video, postare blog e unirsi a gruppi chiamati “clan”. Inoltre grazie alla localizzazione tutti i contenuti erano personalizzati a seconda del profilo di ogni membro. Grazie a questo social si è fatta conoscere anche la Regina delle imprenditrici digitali, Chiara Ferragni. Purtroppo dal 2015 il social è definitivamente chiuso.

Facebook, Twitter e Instagram

Dal 2004 le cose sono cambiate e tutti i social network precedenti sono pian piano scomparsi. Questo perché è arrivato lui … Facebook.  L’invenzione di Mark Zuckerberg, ha cambiato per sempre le nostre vite. Facebook non ha conquistato solo la generazione più giovane, ma anche quelle più mature. Infatti al giorno d’oggi non ci sorprenderebbe trovare un post di nostra nonna sulla nostra bacheca Facebook.

Inizialmente il social network tutto blu era stato progettato esclusivamente per gli studenti dell’Università di Harvard,poi fu aperto anche agli studenti di altre scuole. è evidente che poi le cose siano andate decisamente diversamente. Oggi Facebook è una pagina di diario in cui postare i propri pensieri, condividere foto, video, oppure scambiare messaggi con persone lontane ma anche vicine.  Grazie anche a Facebook for Business, il social  è anche strumento di social marketing.

Twitter nasce come servizio di notizie e microblogging nel 2006. Il Social offre all’utente una pagina personale in cui scrivere messaggi, alias, i Tweet,  con lunghezza massima di 280 caratteri. I cinguettii sono spesso utilizzati dai personaggi politici, celebre fu la lite tra Gasparri e Fedez a colpi di Tweet, oppure quella tra Fedez e Tiromancino.  Nel 2010 questo social è stato il primo ha creare la pagina “tendenze”, ovvero, l’elenco degli hashtag più utilizzati.

«Come un social network, Twitter ruota intorno al principio dei follower. Quando si sceglie di seguire un altro utente di Twitter, i Tweet di tale utente vengono visualizzati in ordine cronologico inverso, sulla homepage di Twitter. Se seguite 20 persone, si vedrà una miscela di Tweet lungo la pagina: Aggiornamento sui cereali per la colazione, nuovi link, consigli musicali, tra cui riflessioni sul futuro dell’istruzione.» Ha dichiarato il giornalista statunitense Steven Berlin Johnson.

Nel 2010 arriva sui nostri smartphone Instagram, nato per condividere foto e brevi video. Nel 2012 poi è stato acquistato dalla volpe Zuckerberg, che ne comprende subito il forte potenziale. Ad oggi è forse il Social Network più utilizzato. Oggi è possibile anche realizzare Instagram Stories, ovvero, si possono fare dirette e pubblicare foto/video visibili per solo 24 ore. Instagram è diventato un modo per comunicare in tempo reale con gli altri, è un luogo virtuale dove poter condividere un momento della nostra vita mentre lo stiamo ancora vivendo. 

Guadagnare con i Social Network oggi è possibile, infatti sotto i nostri occhi nascono continuamente Influencer pronti a sponsorizzare qualche prodotto. Certo non è facilissimo riuscire a guadagnarsi il favore del pubblico arrivando ad essere dei veri e propri imprenditori digitali. Bisogna stare attenti alla fascia oraria in cui si pubblica un post, ai Tag, agli Hashtag, al linguaggio utilizzato. Grazie ai Social è nata anche la figura professionale del Social Media Manager che ci aiuta a gestire i nostri profili.

Altri Social che ci permettono di condividere qualcosa di noi stessi sono Pinterest, Musically, Snapchat, LinkedIn (utilizzato per trovare lavoro). Quelli sopracitati sono sicuramente quelli che hanno avuto ed hanno attualmente più successo. Certo un po’ di nostalgia per MySpace a volte torna, e a volte forse è meglio scrivere i nostri pensieri sul nostro vecchio diario cartaceo. Perchè a volte i Social possono diventare uno strumento con cui far male, ferire le persone nel profondo, oppure possono esserci casi in cui possiamo fingerci qualcun’altro senza che nessuno se ne accorga.

Per quanto i Social Network siano un’innovazione verso il futuro e abbiamo radicalmente cambiato il nostro modo di comunicare, ricordiamoci che una bella chiacchierata davanti ad un caffè sarà sempre meglio di scrivere davanti a un PC.