Da Youtube a Spotify: la nuova tendenza degli youtuber – Video

Dal 2005, anno della sua fondazione, YouTube è stata una delle piattaforme predilette dai giovani per divulgare i propri video e per farsi conoscere dal popolo web. Nel corso degli anni, la piattaforma è stata utilizzata da molti cantanti, musicisti, anche come vetrina per mostrare il talento artistico. Infatti da lì sono nate grandi star della musica come Justin Bieber, Lana Del Rey, Fedez, Benji e Fede, Shawn Mendes e tantissimi altri. Negli ultimi anni però, il “Tubo” non è stata solo vetrina di musicisti emergenti, ma anche di molti giovani che hanno postato video dove esponevano il proprio pensiero su argomenti vari, oppure mettevano su veri e propri mini “Film” come fossero puntate di un a sitcom da seguire nel tempo. Un esempio sono IPantellas, Willwosh, I soldi spicci, I Nirkiop, Gli Actual, The Jackal e molti altri. Ultimamente però queste due “forme” di pubblicazione (video musicali e “Web Sitcom”) si stano fondendo dando vita a veri e propri “tormentoni” musicali che risultano essere un mix perfetto di entrambe le cose passando così dall’essere viste su YouTube, ad essere ascoltate su Spotify.

Da Fabio Rovazzi a Riccardo Dose, Amedeo Preziosi e Awed

Uno dei primi a dare il via a questa tendenza è senza dubbio Fabio Rovazzi, che nel 2016 divenne protagonista assoluto delle hit parade con la sua “andiamo a comandare”. Rovazzi infatti nasce come web star, inizialmente si è fatto conoscere al pubblico postando video comici sul suo profilo Facebook e YouTube. Poi nel 2016 la svolta, il cambiamento con “Andiamo a comandare” realizzato in collaborazione con Danti (Two Fingerz), pubblicato da Newtopia (etichetta discografica di J-Ax e Fedez).

Il brano è stato il primo ad ottenere il disco d’oro in Italia esclusivamente con lo streaming. Ed è stato certificato dalla FIMI cinque volte disco di platino. Il caro Fabio però non è un cantante, come lui stesso sottolinea: . Sì ma io non sono un cantante. Voglio palesarlo il più possibile. Molti mi prendono troppo seriamente. Non sono un cantante e non sono un rapper. Sono più un comico e faccio quello che mi piace fare in quel momento. Sicuramente non viene ricordato/ascoltato per la sua voce, ma nonostante questo grazie alla sua grande capacità di saper creare video e testi “geniali” riesce a farsi voler bene da molti. Nel CV artistico di Rovazzi troviamo anche una collaborazione con un pezzo della storia della musica italiana: Gianni Morandi. Infatti nel 2017 pubblicano insieme Volare, che raggiunge e supera le 2 milioni di views in 24h. Un vero e proprio record per l’Italia!

Se prima le major guardavano da lontano il mondo dei YouTuber, adesso li accolgono nel loro roster. Infatti nel 2018 la Universal Music Group dà il benvenuto a Fabio Rovazzi e pubblica il singolo Faccio quello che voglio. Quest’ultimo singolo coniuga perfettamente il binomio Youtube/Spotify perché è molto orecchiabile ed il videoclip (realizzato dalla casa di produzione di Rovazzi stesso, la Raw.), è un vero e proprio cortometraggio “action movie alla 007”. Inoltre nel brano e nel videoclip partecipano: Emma Marrone, Eros Ramazzotti, Carlo Cracco, Al Bano, Fabio Volo, Gianni Morandi, Massimo Boldi, Flavio Briatore, Diletta Leotta, Rita Pavone e Roberto Pedicini. Anche questo brano naturalmente sebbene uscito da pochi giorni è già un successo.

Un altro esempio di chi sta passando da YouTube a Spotify è il trio formato dagli Youtuber Amedeo Preziosi, Riccardo Dose e Awed. Infatti lo scorso anno i tre decidono di realizzare Scusate per il disagio, primo singolo che in breve tempo raggiunge il vertice delle classifiche (conquistando il disco d’oro) e ad oggi conta più di 17 milioni di views su YouTube e 3 misioni di streaming su Spotify. Dopo il successo di Scusate per il disagio, il 27 maggio 2018 pubblicano Ho anche dei difetti, brano che li porta ad esibirsi direttamente sul palco dei Wind Summer Festival.

Ad oggi il videoclip ufficiale prodotto da Murdaca Films / Oblivion Production ha superato 3 milioni di visualizzazioni e vede la partecipazione speciale di Fedez ed Eleonora Gaggero. Amedeo Preziosi, Riccardo Dose, Awed, Fabio Rovazzi sono solo due casi di ciò che sta accadendo nel mondo del web e del fenomeno “migratorio” di YouTuber che stanno passando da YouTube a Spotify.