J-Ax festeggia 25 anni di carriera in grande stile: tutti i successi

J-Ax, lo zio musicale più amato d'Italia festeggia venticinque anni di carriera artistica. Dagli anni '90 con gli Articolo 31 alla collaborazione con Fedez: ecco tutto quello che il cantante ha fatto in questi anni dagli esordi ad oggi.

Sono passati ben venticinque anni da quando Alessandro Aleotti è diventato per noi tutti il caro ed unico Zio Ax. Festeggiare venticinque anni di carriera non è cosa da poco, soprattutto per chi come lui è ancora sulla cresta dell’onda e ha ancora molte cose da dire, da cantare. Il 2018 per lui è stato un anno di cambiamenti sia lavorativi che famigliari (è diventato papà), e soprattutto è un anno da festeggiare insieme ai fan che sono sempre stati al suo fianco e ai fan che si sono aggiunti nel corso degli anni. Rapper, produttore discografico, giudice, doppiatore, imprenditore e chi più ne ha più ne metta!

La strada di Alessandro come rapper inizia a delinearsi negli anni novanta quando fonda l’indimenticabile duo “Gli Articolo 31” insieme a DJ Jad. Inizialmente il duo è rap allo stato puro e freestyle, poi dal 2000 le loro sonorità cambiano avvicinandosi maggiormente al pop. Gli “Articolo 31” sono stati uno dei gruppi di maggior successo italiani e sono stati tra i gruppi che maggiormente hanno influenzato la generazione ’90. Impossibile dimenticare “La mia ragazza mena”, “italiano medio”, “domani smetto”.
Gli articolo 31 sono stati uno dei primi gruppi nel 1993 a pubblicare uno dei primi album rap in lingua italiana: “Strade di città”, il loro primo album in studio.

Nel 1994 però J-Ax fonda anche Spaghetti Funk, collettivo rap composto dallo stesso JAx, DJ Jad, Raptuz, Space One, Grido e DJ Zak e nel 1998 partirono in tour per l’Italia, per promuovere l’album “Nessuno” degli Articolo 31. Oggi purtroppo gli spaghetti Funk non esistono più, ed anche gli Articolo 31 si sono sciolti (J-ax ha annunciato che ci sarà una reunion degli Articolo 31 durante i suoi concerti al Fabrique di Milano). Alcuni di loro (Space One, DJ Zak, il fratello Grido) però sono rimasti in ottimi rapporti con lo zio Ax tanto che lo accompagnano ancora adesso nella sua carriera da solista.

La svolta da solista

Nel 2006 la vita artistica di Aleotti cambia e pubblica il suo primo album da solista “Di sana pianta” che racchiude sia la cifra stilistica rap che lo contraddistingue da sempre, sia generi diversi come punk, rock e raggae. Il disco in parte auto-prodotto dallo stesso Ax riscuote un buon successo anche da parte della critica tanto da essere nominato come Miglior Artista italiano agli MTV European Music Awards del 2007 a Monaco.

Nello stesso anno riunisce gli spaghetti Funk senza però DJ Jad, e realizza “ S.N.O.B. Reloaded”, singolo gratuito disponibile per il download attraverso il sito ufficiale. Il successo di Ax cresce e nel 2009 con “Rap e Roll” nasce “l’accademia delle teste dure” (composta oltre che da J-Ax, anche da Fabio B e DJ Zak ai piatti, Steve Luchi alla batteria, Guido Style alla chitarra e Space One come seconda voce) che lo accompagna durante il tour promozionale dell’album e insieme pubblicano anche un album.

Nel 2010 dopo aver presentato i TRL Awards , incontra Neffa e insieme fondano “I due di picche”. La collaborazione tra di loro, è solo una breve parentesi di appena cinque mesi, anche se l’album “C’eravamo tanto odiati” ebbe un discreto successo anche grazie alla hit “Fare a meno di te”.

Nel 2014 pubblica il quinto album da solista: “Il bello d’esser brutti” che raggiunge in poche settimane la certificazione platino. Inoltre il singolo estivo “Maria Salvador” è stato certificato sei volte disco di platino. L’anno successivo lo vediamo al timone del programma televisivo “i sorci verdi”. Ora la televisione vuole e chiede Ax a gran voce. Infatti è stato coach a The voice of Italy, e direttore artistico della squadra blu per un’edizione serale di Amici di Maria De Filippi.

Comunisti col Rolex alla conquista della discografia

Nella carriera di Ax ci sono molte collaborazioni. Ha collaborato con artisti del calibro di Pino Daniele, Max pezzali, 99 posse, Two Finger, Bianca Atzei e altri… ma sicuramente quella che ha colpito è stata quella con Federico Lucia.

Nel 2012 J-AX incontra un giovane ed inesperto Fedez, che sta iniziando a muovere i primi passi nel maistream. Tra i due c’è subito intesa e insieme realizzano delle piccole collaborazioni, ovvero, Ax partecipa al secondo disco in studio di Fedez “Il mio primo disco da venduto”, pubblicato dalla Tanta Roba Label. L’intesa artistica è molto forte tra i due tanto da dar vita insieme a “Newtopia”, etichetta discografica indipendente. La Newtopia (grazie alla quale abbiamo conosciuto Fabio Rovazzi) si prefigge lo scopo di scovare nuovi talenti e di farli emergere dando la possibilità a loro di gestire il budget, sovvertendo le regole di una major.

Il progetto è redditizio e i due oltre ad essere colleghi diventano anche ottimi amici. Il sodalizio artistico si fortifica ancora di più e insieme pubblicano l’album “Comunisti col rolex”. Al loro fianco hanno chiamato a raccolta vari artisti nazionali ed internazionali (Stash, Giusy Ferreri, Malika Ayane, Levante, Nek, Alessandra Amoroso, Loredana Bertè, Sergio Sylvestre, Alessia Cara, Arisa, T-Pain).

Il disco riscuote un grandissimo successo, rimane ai vertici delle classifiche per settimane e settimane, ed è certificato dalla FIMI Multiplatino. Tra i singoli estratti, l’album stesso e i Sold-out a tutte le date del tour il mondo della discografia è dominato dai nomi J-AX e Fedez. Quest’anno però la coppia vincente sta vivendo un periodo di “maretta”, tanto che il brano “Italiana” sarà l’ultimo singolo inciso insieme. Infatti i due artisti hanno dichiarato di voler riprendere la loro carriera da solisti. Non è solo il loro sodalizio artistico a rompersi (J-AX ha lasciato anche il progetto Newtopia ), ma anche la loro amicizia. Fedez non è stato presente al compleanno di Ax e Ax non è stato presente al Matrimonio Ferragnez.

Una fine che determina un nuovo inizio

Il caro Zio a questo punto della sua vita ha dato il via a nuove iniziative. Ha aperto due negozi di Marijuana legale (Mr. Nice) in collaborazione con Takagi, il fratello Grido, è produttore della marijuana legale “Maria Salvador”, sta per avviare un nuovo progetto da solista e tutti noi non vediamo l’ora di scoprire quale sorpresa ci riserverà… Nel frattempo a luglio ha partecipato al nuovo singolo dei The Kolors “Come le onde”. Inoltre per festeggiare questi venticinque anni oltre all’uscita della raccolta in edicola, Alessandro sarà protagonista di live esclusivi al Fabrique di Milano previsti il 15, 16, 17, 21, 22, 24, 25, 27 ottobre e 8 novembre (già quasi tutte sold out).

“Eccomi qua. 25 anni di carriera. Perché vado ancora avanti? Che cosa volevo fare 25 anni fa? Io, in questa vita, sono venuto per vivere ad alta voce. Per dare fastidio. Per far spostare da dov’è seduto comodo il conformismo italiano e fargli cambiare vagone. Sono partito da zero, dal paese di 1738 abitanti e sono arrivato a riempire lo stadio con 79500 persone. Per essere felice non mi serve altro che fare musica.” Parola di Ax.

La sua come da lui dichiarato, è la storia di chi è partito da zero e si è fatto le ossa costruendosi la strada da solo. Certo nella sua vita, come anche nella nostra, avrà incontrato degli angeli custodi che lo hanno aiutato. Ma il suo è sempre stato l’atteggiamento di chi non si arrende e durare venticinque anni senza battere ciglio non è cosa da poco.  Di sicuro la sua “testa dura” l’ha portato lontano e con il suo carattere non è uno che le manda a dire… è diretto, schietto e senza peli sulla lingua, prendendo posizione anche su argomenti delicati come la fecondazione assistita e la voglia di avere un figlio senza riuscirci, come nel suo ultimo brano “tutto tua madre .

Sono sicura che la strada di AX è ancora lunga e chissà quante altre sorprese tirerà fuori dal suo fedele e inseparabile cappello! Buon compleanno ZIO AX!

Altre notizie