📺 Streaming Conte: discorso del 21 marzo

Conte ha annunciato un discorso previsto sabato 21 marzo 2020 alle 22:45 per aggiornamenti sulla situazione in Italia. Ecco come vederlo in streaming.

Alle 22.45 di sabato 21 marzo è prevista una conferenza stampa di Giuseppe Conte.

La diretta è disponibile sulla pagina Facebook ufficiale di Giuseppe Conte.

Inoltre su Rai 1 c’è un’edizione straordinaria del TG1 per seguire il discorso.

Cos’è RaiPlay

RaiPlay è il portale multimediale della Rai che permette di vedere le dirette ed il replay dei programmi sul proprio smartphone o tablet, sulla propria smart tv oppure sulle tv non smart tramite Chromecast. Il portale è presente anche sui principali social network (Facebook, Twitter, Instagram, YouTube) con l’omonimo account che rilancia gli ultimi contenuti pubblicati o le dirette. Il sito è accessibile anche da dispositivi mobili con apposita app disponibile gratuitamente sui principali store virtuali come Microsoft Store, Google Play e App Store.

Lo stesso vale anche per Canale 5 con un’edizione speciale del TG5.

Cos’è Mediaset Play

Mediaset Play è il portale multimediale di Mediaset per la visione di contenuti in streaming via Internet, sia in diretta che in modalità on demand. Mediaset Play è nato come erede di Mediaset On Demand, inglobando anche i siti dei canali televisivi gratuiti e introducendo alcune nuove funzioni che vanno ad aggiungersi a quelle già esistenti nel precedente portale.

Il discorso di Conte

Il nostro sacrificio di rimanere a casa è minimo rispetto a chi rinuncia e chi rischia molto di più. Penso ai medici, agli infermieri, alle forze dell’ordine, agli uomini e alle donne della protezione civili, ai lavoratori dei supermercati e dei servizi pubblici. Uomini e donne che non vanno solo a lavorare, ma che ogni giorno compiono un atto di amore nei confronti dell’Italia intera.

Oggi abbiamo deciso di compiere un altro passo. Il Governo chiude ogni attività produttiva che non sia strettamente necessaria, cruciale per i servizi e beni essenziali.

Rimarranno aperti tutti i supermercati e tutti i negozi di alimentari e di beni di prima necessità. Non ci saranno limitazioni di orario. Aperte anche farmacie, parafarmacie. Assicurati i servizi bancari, assicurativi. Assicurati i trasporti. Consentiremo lavoro solo in smart working. Rallentiamo il motore produttivo del Paese, ma non lo fermiamo.

Stiamo rinunciando alle abitudini più care, lo facciamo perché amiamo l’Italia. Uniti ce la faremo.

Cosa fare in quarantena?

Si deve evitare di uscire di casa. Si può uscire solo per andare al lavoro o per ragioni di salute o per altre necessità, come l’acquisto di beni necessari. In tutti questi casi è necessario avere con sé un’autodichiarazione da mostrare alle forze di polizia statali e locali in caso di controllo. È previsto anche il “divieto assoluto” di uscire per chi è sottoposto a quarantena o risulti positivo al virus (ecco qualche idea su cosa fare in quarantena).

Ci si può spostare solo per fare la spesa, per acquistare giornali, per andare in farmacia, o comunque per acquistare beni necessari per la vita quotidiana. Inoltre è giustificata ogni uscita dal domicilio per l’attività sportiva o motoria all’aperto, sempre rispettando e la distanza di sicurezza minima di 1 metro fra le persone.