Chi è Rancore, rapper di Sanremo 2020?

Rancore torna per la seconda volta sul palco del Festival di Sanremo. Tra i 24 Big c'è anche Rancore in gara con Eden. Ecco tutti i dettagli e il percorso artistico del rapper Rancore, in gara a Sanremo 2020.

Sul palco dell’Ariston a tornare in gara in questo Festival di Sanremo 2020 per il secondo anno consecutivo; non è solo Achille Lauro, ma anche Rancore. Infatti il rapper dopo la performance nel 2019 al fianco di Daniele Silvestri, torna da solo a Sanremo 2020 con il brano Eden. Ma chi è Rancore?

Rancore è rapper che il prossimo 4 febbraio affronterà la kermesse canora più attesa dell’anno. Il Festival della Canzone Italiana non è affatto una passeggiata, ma Rancore è pronto ad affrontarlo per la seconda volta senza paura.

All’anagrafe Tarek Lurcich, Rancore è un rapper romano classe 1989 nato da padre croato e madre egiziana. Il suo percorso nella musica inizia nel 2004, quando inizia a cimentarsi con la scrittura ed inizia a frequentare la scena hip hop grazie al Phat Roma, manifestazione di improvvisazione. Qui Rancore si fa notare presentando al pubblico le sue prime composizioni e i freestyle (acquista su Amazon cd e gadget di Rancore).

Rancore dalle gare Freestyle all’Ariston

Grazie a Phat Roma, il giovane rapper conosce Jimmy e DJ Tetris, che lo aiuteranno a pubblicare il suo primo album. Inoltre Rancore continua a farsi conoscere esibendosi live sia nelle battaglie di freestyle, sia nelle scuole.

Il suo primo album Segui me, esce nel 2006 ed ottiene subito un buon successo grazie anche alla vittoria all’Underground Skillz nello stesso anno. Inoltre Rancore partecipa anche all’Hip-Hop Session di TRL organizzata da Piotta.

Nel 2008 l’artista cambia volto e sotto lo pseudonimo di RINquore pubblica l’EP S.M.S. (Sei molto stronza). In questo periodo il rapper collabora con molti artisti, tra tutti spiccano Gli Inquilini e Fedez. Nel 2011 il rapper si rimette in gioco partecipando all’MTV Spit Gala, e vince a pari merito con Clementino.

Negli anni la popolarità di Rancore cresce e nel 2017 Giancane lo chiama per duettare in Ipocondria, brano che ottiene un ottimo successo, il cui video è animato da Zerocalcare. Il 2019 è l’anno della svolta, perché Daniele Silvestri lo vuole fortemente con lui sul palco di Sanremo. Il brano Argentovivo vede così il tocco di Rancore e insieme i due artisti vincono il Premio della Critica, il Premio della Sala Stampa Lucio Dalla e il Premio Sergio Bardotti per il miglior testo. Grazie alla sua partecipazione a Sanremo, Rancore accresce la sua popolarità.

Il cantante ama definire la sua musica un “rap ermetico”, che parla a tutti, ma spesso non viene capita da tutti. Questa è sicuramente la chiave del suo successo che lo rende originale e diverso da tutti gli altri. Al momento è un dei rapper migliori della scena hip hop italiana.I