Che fine ha fatto Povia?

Che fine ha fatto Povia? Cantante italiano vincitore del Festival di Sanremo nel 2006 con Vorrei Avere il becco, fa discutere ed è al centro di molte polemiche. Ecco che fine ha fatto il cantante milanese.

Povia cantante italiano che ha colpito tutti con la sua “I bambini fanno ooh” è stato uno degli artisti più apprezzati in Italia negli anni 2000. Nel 2006 vince il Festival di Sanremo con la canzone Vorrei avere il becco e dopo pochi anni di lui si perdono le tracce. Vediamo che fine ha fatto Povia. 

Giuseppe Povia, noto più semplicemente come Povia nasce a Milano nel 1972 e sviluppa fin dalla giovane età la passione per il canto, la scrittura, la musica più in generale. Grazie alla conoscenza con Giancarlo Bigazzi può far diventare il suo sogno realtà. Infatti Bigazzi e Angelo Carrara producono il  primo disco di Povia È vero. Successivamente pubblic i due singoli estratti  Zanzare e Intanto tu non mi cambi. Nel 2003 Povia   vince la 14esima edizione del Premio Recanati con la canzone Mia sorella, incentrata sul tema delicato della bulimia.

Nel 2005 approda sul palco dell’Ariston grazie a Bonolis che gli permette di presentare il brano  I bambini fanno “ooh…” abbinandolo a un’iniziativa benefica per i bambini del Darfur. Questo è stato un brano dal successo strepitoso ed è rimasto al n. 1 nella hit parade italiana per 20 settimane consecutive. Inoltre vince 7 dischi di platino superando le 210.000 copie vendute.

I bambini fanno “ooh…” viene tradotto in lingua spagnola e diviene il leitmotiv di uno spot pubblicitario trasmesso da Telecinco nel 2005 contro lo sfruttamento e l’abuso infantile. Sempre nel 2005 pubblica il suo primo album Evviva i pazzi… che hanno capito cos’è l’amore. Il disco vende oltre 100.000 copie vendute ed è certificato oro.  L’anno successivo torna in gara al Festival di Sanremo con il brano Vorrei avere il becco, col quale vince.

Povia e la politica

Nel 2007 Povia partecipa al Family Day, a piazza di Porta San Giovanni a Roma, affermando in quell’occasione che l’approvazione dei DICO avrebbe sottratto fondi alle famiglie tradizionali. Nello stesso anno inoltre pubblica il suo 3 album  La storia continua… la tavola rotonda, dal quale viene estratto come primo singolo il brano È meglio vivere una spiritualità. Nel 2008 dopo l’esclusione a Sanremo Povia lancia dal suo blog di MySpace una polemica contro il festival di Pippo Baudo, definendolo “tornacontocratico”, e comincia a organizzare, insieme al collega Baccini, una “contromanifestazione” musicale denominata Independent Music Day. 

Nel 2007 inoltre, riceve il Leone d’Argento alla carriera per la musica e due anni dopo si classifica al secondo posto alla 59esima edizione del Festival di Sanremo con la canzone Luca era gay, vincendo anche il premio Premio Sala Stampa RadioTV.

Nel 2011 partecipa al talento show Ballando con le stelle e vince il Premio Confindustria Cultura Italia FIMI, AFI e PMI ai Music Awards. Nel corso degli anni Povia è stato al centro di molte polemiche per le sue dichiarazioni e posizioni politiche. L’ultima risale al  2017 quando il cantante si spoglia  negli studi di Canale Italia per dare più forza al suo messaggio sovranista. Oggi Povia continua a diffondere la sua musica attraverso i Social e si esibisce in molte città italiane.