Cos’è la revival

La nostra società e più precisamente la nostra musica, si dice sia sempre in cerca di innovazione, di evoluzione. Alle nostre orecchie devono arrivare sempre sonorità nuove, diverse, magari sperimentando anche strumenti musicali nuovi e particolari.

Negli ultimi anni, soprattutto in alcuni periodi dell’anno tutti noi abbiamo voglia di passato. Un passato che incredibilmente alle aspettative torna di moda e riempie le nostre classifiche. L’argomento di oggi è proprio la Musica Revival che oltre ad essere protagonista di feste e matrimoni è entrata in classifica. 

C’era una volta e c’è ancora…

Sul dizionario se andiamo a cercare il significato di Revival troviamo la seguente definizione: “Ritorno di attualità di tendenze della moda e dell’arte di un passato non remoto”. Il Revival Style infatti, è un fenomeno che coinvolge vari settori artistici ma in particolare coinvolge quello musicale. Il Revival è una reinterpretazione in chiave contemporanea, di tutta quella musica appartenente a un’epoca diversa dalla nostra.  Il termine Revival però non deve essere confuso con Vintage, perchè hanno significati differenti. Il Revival come detto sopra è un fenomeno culturale, il Vintage invece è dare “una seconda vita” a oggetti, abiti provenienti dal passato.

Questa voglia di passato che ogni tanto ci prende, è diventata oggetto di molte serate in discoteca. Infatti moltissimi sono i locali che organizzano dei veri e propri Revival Party, con musica anni ’70 ? ’80 ? ’90 ? 2000. Al giorno d’oggi se osserviamo la discografia attuale, non rimaniamo sorpresi nel costatare che molte delle hit prime in classifica hanno un retrogusto un po’ antico ma non troppo.

Gli anni ’80 nelle hit 2019

Un  esempio su tutti possono essere i TheGiornalisti. Questa band romana, capitanata da Tommaso paradiso ha delle sonorità, si attuali, ma che guardano molto al passato. Infatti se ascoltiamo bene il sound possiamo essere catapultati addirittura negli anni ’80. Quello di Tommaso Paradiso è sicuramente un modo di scrivere moderno, attuale, giovane, ma le sonorità sono un viaggio nel tempo. Un altro gruppo, o meglio terzetto che recentemente ha utilizzato nel suo ultimo singolo sonorità del passato, sono sicuramente i The Kolors.

“Pensare Male” impreziosita dal featuring con Elodie ha molti rimandi al passato. L’ultimo singolo di Stash e compagni è stato certificato platino ed è rimasto per tre settimane primo in classifica EarOne. Questo brano ha ottenuto moltissimo successo, nel testo si parla di tematiche attuali come “le spunte blu” di Whatsapp, eppure il sound è in tipico stile anni ’80.  A un orecchio attento non sarà sfuggita la piccola “chicca” a inizio brano, ovvero il caratteristico suono che fa il giradischi quando si mette in play. Questo è chiaramente n rimando al passato, un omaggio se vogliamo al vinile che non perde mai il suo fascino soprattutto per il “rumorino” che lo contraddistingue dal digitale.

Le intramontabili sigle di Cristina D’Avena

Il sentimento nostalgico però si è fatto sentire ancora di più quando la Signora delle Sigle dei cartoni animati, Mrs Cristina D’Avena ha pubblicato “Duets – Tutti cantano Cristina”. Questo album è stato pubblicato nel 2017 e contiene 16 sigle incise con ospiti d’eccezione e arrangiate diversamente rispetto all’originale. Cristina ha voluto al suo fianco grandi Artisti del calibro di Loredana Bertè, J-Ax, Ermal Meta, Arisa, solo per citarne alcuni. Duets è stato certificato disco di platino con oltre 50 mila copie vendute.

Questo testimonia la voglia di Revival che ci colpisce tutti, Cristina è il ricordo vivente della nostra infanzia. Il successo del disco è stato talmente ampio, tanto che la D’Avena richiestissima nei locali. Infatti in giro per l’Italia vengono organizzate moltissime serate in cui lei è chiamata a cantare e a trasportarci tutti nel luogo magico dei cartoni.

Nel 2018 Cristina pubblica “Duets Forever – Tutti cantano Cristina”, proseguo ideale del primo album di duetti. In questo album troviamo preziosissime collaborazioni con grandi nomi della musica. Patty Pravo, Elodie, Carmen Consoli, Alessandra Amoroso, Elisa, Le vibrazioni, sono solo alcune delle voci che troviamo al fianco di Cristina. Questo disco però non ottiene lo stesso successo del primo, ma comunque riesce a conquistare il disco d’oro. La nostra Cristina l’8 febbraio è approdata anche sul palco dell’Ariston durante il Festival di Sanremo per duettare con Shade e Federica Carta in “Senza farlo apposta”. Ormai la D’Avena è diventato un vero e proprio simbolo che incarna il Revival ed è amatissima, soprattutto dai più giovani.