Le Vibrazioni: 20 anni di carriera

Le Vibrazioni festeggiano 20 anni di carriera, 26 singoli in classifica e 5 album. Ecco i tratti salienti della loro carriera.

Quest’anno a marzo ci sarà una ricorrenza molto particolare, ovvero, Le Vibrazioni festeggeranno venti anni di carriera. Le Vibrazioni sono una delle band più influenti nel panorama pop/rock italiano e sono stati portatori di innovazione. Per festeggiare questo importante traguardo, la band ha deciso di tenere il prossimo 26 marzo presso il Mediolanum Forum di Assago un concerto speciale all’insegna della musica rock. L’evento è prodotto da 432 srl e sul palco saliranno tantissimi amici artisti che hanno condiviso il lungo ed emozionante percorso insieme alla band.

Le vibrazioni prendono vita nel 1999 a Milano e sono: il cantante e chitarrista Francesco Sarcina, principale compositore, il chitarrista e tastierista Stefano Verderi, il bassista Marco Castellani e il batterista Alessandro Deidda. Per un breve periodo Emanuele Gardossi, ha sostituito Castellani.

Questa band che ha segnato la storia del ROCK/POP italiano prima di arrivare al successo ha dovuto fare tantissima gavetta. Il loro percorso inizia dai localini, infatti la band suonava nei locali milanesi ed è stata anche Resident band de il locale “Le Scimmie”. Questo è uno storico locale milanese, ormai chiuso, che è stato “il nido” di molti artisti storici della musica italiana. Oltre a Le Vibrazioni anche Elio e le storie tese si sono esibiti lì prima di esplodere.

2003 l’Italia canta Dedicato a Te

Il 2003 è l’anno in cui cambia tutto, in cui le Vibrazioni esplodono e incantano l’Italia intera. “Dedicato a te” è il singolo d’esordio che cambierà per sempre la loro vita. Il brano è certificato disco di platino dopo poche settimane e il videoclip girato sui navigli milanesi è stato preso di mira da Elio e le Storie Tese che ne ha fatto una parodia. Indimenticabili i versi “Sei immensamente Giulia/ il tuo nome è come musica/ mi riempie e non mi stanca mai/ dedicato solo a te”.

Nello stesso anno pubblicano il loro primo album omonimo , le cui vendite superano le 300 000 copie. Da questo album vengono estratti i singoli “In una notte d’estate”, “Vieni da me”, “Sono più sereno” . Inoltre il brano “E se ne va” è inserito nella colonna sonora del teen-movie “Tre metri sopra il cielo”. L’anno successivo partono in tour e pubblicano il DVD “Live all’Alcatraz” contenente anche alcuni estratti del backstage. Nel 2005 partecipano per la prima volta al Festival di Sanremo con “Ovunque andrò” classificandosi ottavi nella classifica generale e secondi nella classifica dei Gruppi. Subito dopo la kermesse, pubblicano il loro secondo album “Le Vibrazioni II”. Questo viene certificato Oro e la band viene ingaggiata per collaborare al film “Eccezzziunale veramente – Capitolo secondo… me”, dove cantano insieme a Diego Abatantuono. Durante l’estate pubblicano un’altra grande hit “Angelica”.

La svolta Rock e la carriera di Francesco Sarcina

Il 2006 è un anno particolare per le Vibrazioni, perché decidono di aprirsi ed inglobare sonorità più rock. Sarà infatti il rock la caratteristica del loro nuovo album “Officine meccaniche”. L’album ha la caratteristica di essere stato registrato interamente in analogico. Nel 2008 iniziano i primi “scricchiolii” all’interno della formazione che vede l’abbandono di Marco Castellani, il bassista. Castellani viene così sostituito da Emanuele Gardossi. Nello stresso anno esce il videoclip di “Drammaturgia”, rivisitazione del film “The Rocky Horror Picture Show” che vede la speciale partecipazione di Riccardo Scamarcio, Paolo Bonolis e Sabrina Impacciatore. 

Nel 2009 la band pubblica il nuovo singolo “Respiro” prodotto da Marco Trentacoste, che produce, cura i missaggi e le registrazioni della band dal 2006. L’anno successivo la band capitanata da Francesco Sarcina apre il concerto degli AC/DC a Udine. Inoltre produrranno il brano ufficiale di Sky Sport “invocazioni al cielo” in occasione del campionato mondiale di calcio. Nel 2012 la band dopo il Vibratour annunciano la loro pausa che durerà ben cinque anni.

Durante gli anni di pausa, il frontman Francesco Sarcina intraprende la carriera da solista e lancia “Le Visionnaire”. Questo è il manifesto di un nuovo corso dell’artista milanese che sperimenta nuove collaborazioni e generi musicali.

“Un vero e proprio esperimento. L’inizio di uno sfogo individuale che comincia con me ma che prevede un lavoro collettivo di parecchi e vari artisti molto diversi fra loro. Dopo aver vissuto 10 anni con Le Vibrazioni, sentivo il bisogno di fare musica senza etichette: poter passare dall’elettronica al funk, dalla classica al rock, senza dimenticare le mie amate ballad. La musica è un linguaggio universale e la creatività non andrebbe imbrigliata.” F. Sarcina.

Nel 2014 esce il suo album di debutto “Io” e da lì non si ferma più. Infatti partecipa nuovamente al Festival di Sanremo con “Nel tuo sorriso” e “In questa città”. Nello stesso anno entra nel cast di Amici di Maria De Filippi in qualità di professore di canto. Nel 2015 pubblica il suo secondo album “Femmina” e partecipa all terza edizione del Summer Festival ottenendo una nomination per il Premio RTL 102.5 – Canzone dell’estate.

Nel 2016 Sarcina decide di partecipare insieme alla moglie Clizia, alla quinta edizione di “Pechino Express” classificandosi al sesto posto.

Reunion

Il 2017 è un anno decisivo per questa band perché annunciano finalmente la loro reunion e il conseguente ritorno sulle scene. Il loro ritorno sarà con la formazione originale, dunque torna anche Marco Castellani. Nel 2018 partecipano per la seconda volta al Festival di Sanremo portando sul palco dell’Ariston “Così Sbagliato”. Il brano è stato scritto da Francesco Sarcina insieme a Andrea Bonomo, Luca Chiaravalli e Davide Simonetta e recentemente ne è stata pubblicata una nuova versione che vede la partecipazione di Skin.

Il 9 febbraio esce il loro quinto album in studio, chiamato per l’occasione “V”, che indica sia la v di Vibrazioni , sia il numero cinque scritto in lettere romane. A maggio la band sforna “Amore zen” feat Jake La Furia. “Amore Zen prende in giro la tendenza a voler apparire a tutti i costi. Vogliamo prendere in giro chi finge di essere ciò che non è. Abbiamo immaginato la società in cui viviamo come uno zoo: è divertente vedere la tipologia di animali che è presente.” Ha spiegato Sarcina in un’intervista.

Da quel lontano 1999 le Vibrazioni hanno fatto moltissima strada ed ha collezionato oltre 26 singoli in classifica e 5 album. Questo gruppo milanese è tra le band più longeve del panorama musicale nazionale. Loro hanno fatto conoscere agli italiani il ROCK/POP. Nell’arco di questi 20 anni non hanno mai smesso di emozionarci e tutti noi non possiamo fare a meno di cantare “Dedicato a te” o “Vieni da me” non appena ne ascoltiamo le prime note.

Molti di noi sono nati e cresciuti con loro, sicuramente loro sono stati parte della nostra vita sottolineando momenti importanti del nostro percorso attraverso la musica. Sono sicura che questa band ha ancora moltissimi brani da regalarci. Altri cento di questi anni!

Prima dell’evento al Mediolanum Forum di Assago, la band partirà a breve con il “Così sbagliato- European tour”, che toccherà i più importanti club d’Europa.

Le date del tour:

  • 5 febbraio – Madrid @ Cafè Berlin
  • 6 febbraio – Barcellona @ Razzmatazz
  • 8 febbraio – Parigi @ La Boule Noire
  • 9 febbraio – Bruxelles @ VK
  • 10 febbraio – Liverpool @ Invisible Wind Factory
  • 11 febbraio – Dublino @ Whelan’s
  • 12 febbraio – Londra @ 02 Academy Islington
  • 14 febbraio – Amsterdam @Q-Factory
  • 16 febbraio – Berlino @ Cassiopea