L’arte culinaria della musica: quando la cucina incontra il rock e non solo

La cucina ha omaggiato attraverso i suoi piatti grandi artisti o opere musicali. Celebri le ricette di Rossini, la pasta alla Norma o gli humburger rock. Ecco tutte le curiosità sul connubio tra cucina e musica!

Gli italiani oltre ad avere una grande passione per la musica sono anche delle buone forchette. Infatti la cucina italiana è una delle più amate apprezzate in tutto il mondo. Cosa succede se cucina e musica si incontrano? Il connubio cucina-musica non è inusuale come pensate… anzi tutto il contrario. L’arte culinaria ha omaggiato attraverso i suoi piatti grandi artisti o opere della musica.

Rock e Opera in cucina

In Tv o nei videoclip musicali molto spesso si vedono star intente a preparare dei deliziosi pranzi o cene con sottofondo musicale. Ora invece è possibile ribaltare le cose, ovvero possiamo cucinare delle vere e proprie pietanze musicali.

La cucina in particolar modo si è fusa molte volte con la musica classica. Molte ricette che spesso di capita di degustare o cucinare provengono proprio dal mondo del Bel canto. Gioacchino Rossini è noto per essere stato un grande appassionato di gastronomia e ai posteri ha lasciato alcuni sfiziose ricette. A lui si devono i Tournedos, ovvero, filetti di manzo cotti nel burro accompagnato da foie gras con tartufo nero e Madera.

“Non conosco un’occupazione migliore del mangiare, cioè, del mangiare veramente. L’appetito è per lo stomaco quello che l’amore è per il cuore. Lo stomaco è il direttore che dirige la grande orchestra delle nostre passioni”. Dichiarò Rossini.

Altri piatti dedicati ai grandi della musica classica sono il dolce omaggio a Renée Fleming, chiamato appunto, La Diva Renée tutto al cioccolato. Tutti noi una volta nella vita avremo mangiato la pasta alla Norma. Questa pasta prende il nome dall’opera di Vincenzo Bellini.

Altro piatti curiosi sono “le uova alla Bizet”, i ravioli al ragù di Paganini, il risotto con funghi, asparagi e prosciutto di Parma dedicato a Giuseppe Verdi. E ancora le folaghe rosolate di Giacomo Puccini oppure le Mozartkugeln, meglio conosciute come le “palle di Mozart” oppure il drink “Rossini” a base di fragole e prosecco.

L’arte culinaria si è fatta contagiare non solo dalla musica classica, ma anche dal Rock e dal Metal. Infatti oltre agli Hard Rock Cafè sparsi in tutto il mondo, nel nostro paese sono tanti i ristoranti che hanno dedicato degli hamburger o dei piatti alle stelle del Rock.

Quindi non rimanete sorpresi se sul menù del ristorante trovate Hamburger intitolati agli Oasis, ai Green day, ai Kiss, a Lenny Kravitz o ai The Kolors. Se invece preferite rimanere a casa ma volete preparare dei piatti speciali con i nomi dei vostri artisti preferiti e stupire i vostri amici in un occasione speciale, non vi resta che andare su internet e cercare “Ricette Rock”.

Un vero e proprio portale dove trovate esclusivamente piatti dedicati alle stelle del rock come il risotto ai Pink Floyd, oppure le fettuccine alla Diablo in onore di Piero Pelu, o le polpette alla Rolling Stones. Invece se volete preparare un dolce potete sbizzarrirvi con il plum cake alla Marilyn Manson.

Insomma per chi vive di musica e vuole degustare particolari pietanze ce n’è per tutti i gusti. Se dovete organizzare una festa, ora sapete sicuramente su quale Menù punterete! Da oggi in poi quindi la musica non potrete solo ascoltarla, ma anche cucinarla!

 

Altre notizie