Cosa sono le canzoni in 8D di WhatsApp?

L'ultima frontiera di Whatsapp è rappresentata delle canzoni in 8D che stanno lasciando tutti a bocca aperta. Ma cosa sono le canzoni in 8D? Ecco qui tutte le informazioni e i dettagli sulla musica 8D e dove ascoltarla.

WhatsApp in questi giorni di quarantena forzata sta diventando un vero punto di riferimento per tutti noi. Infatti grazie a questa applicazione possiamo videochiamare i nostri cari oppure apprendere delle notizie. Bisogna fare attenzione però alle bufale che sono tante e possono ingannarci. L’ultima frontiera di Whatsapp sono le canzoni in 8D che stanno lasciando a bocca aperta tutti i cittadini. Ma cosa sono le canzoni in 8D?

Le canzoni in 8D non sono una novità tecnologica ma è una tecnologia che si sta diffondendo proprio in questo periodo attraverso l’app di messaggistica gratuita più popolare al mondo. La musica in 8D è presente già da alcuni anni sulla piattaforma YouTube e va ascoltata rigorosamente con le cuffie in quanto consente di immergersi completamente nei suoni. Infatti grazie a questa tecnologia è possibile avere un’esperienza musicale a 360 gradi e di vivere appieno la musica.

Le canzoni 8D si ascoltano direttamente con il cervello

Ad un primo ascolto ci troviamo sicuramente spaesati e confusi per la potenza delle canzoni 8D. Come spiegato da Fanpage.it queste canzoni sono binaurali, ovvero la particolare tecnica con cui sono registrate fa sì che siano “avvolgenti”. Quindi la post produzione dei suoni in 8D ci consente di essere avvolti completamente dai brani ed esserne circondati nel mondo reale. Come spiegato sempre da Fanpage l’obiettivo è quello di avere un audio a 360 gradi che gira intorno a noi e che sembra provenire da ogni lato. Questa particolare esperienza è definita ascoltare la musica con il cervello.

Il nome 8D non ha nessun significato, infatti è frutto del caso. Chi produce le canzoni 8D lavora sul campo sonoro dell’ascoltatore la cui manipolazione porta alla realizzazione di un suono che si muove attorno a chi lo ascolta. Sempre come spiega Fanpage questa tecnica è diversa dal Dolby Digital, dove il suono si propaga singolarmente dalle differenti casse della sala. Nel caso delle canzoni 8D si lavora con una traccia già mixata in stereo. Su YouTube ad esempio diversi canali ripropongono in 8D le canzoni più famose o quelle appena pubblicate dagli artisti.

Tutto questo è reso possibile dalla tecnologia binaurale,è grazie a lei infatti se possiamo letteralmente immergerci nelle canzoni solo con un paio di cuffiette. Le canzoni in 8D sono registrate con microfoni particolari che riproducono il padiglione uditivo umano. Infatti come spiega Fanpage.it i microfoni sono due orecchie montate sulla testa di un manichino. In questo modo viene registrato l’audio come se fosse un essere umano ad ascoltarlo.

il tecnico del suono e produttore Andrés Mayo come riportato da Soundsblog ha spiegato su Infobae il funzionamento di questi suoni.

Si basa su una manipolazione di fase che impedisce al cervello di identificare da dove viene il suono. Ciò significa che grazie al lavoro di mix che si realizza per generare l’8d (la cui definizione si avvicina all’idea di musica 360° o binaurale) la mente umana entra in una specie di parco di divertimenti di suoni che vanno e vengono, e che regalano una sensazione di spazialità che approfondisce ancor di più quella vissuta con il suono stereo. In questo modo la musica (o almeno la sensazione che il suono genera) non rimane più circoscritta a due fonti sonore (lato destro e sinistro) bensì diventa uno spazio virtuale di forma sferica, dove si possono apprezzare stimoli che sembrano provenire da diversi angoli.

Andrés Mayo.