Sfera Ebbasta indagato per istigazione all’uso di droga

Sfera Ebbasta indagato per istigazione all'uso di droga: ecco cos'è successo al trapper in merito ad una denuncia arrivata per quanto dicono i testi delle sue canzoni. Tutta colpa della tragedia accaduta nella discoteca di Corinaldo qualche tempo fa che ha acceso le luci dei riflettori sui suoi brani e sul suo giovane pubblico?

Il cantate trap Sfera Ebbasta è indagato dalla Procura di Pescara per istigazione all’uso di sostanze stupefacenti. Il fascicolo – secondo quanto riporta il quotidiano ‘Il Centro’ – è stato aperto dopo l’esposto presentato da due senatori di Forza Italia, Lucio Malan e Massimo Mallegni, che hanno individuato la Procura di Pescara in quanto quella città è stata tappa del tour del rapper.

Nel mirino sono finiti i testi delle sue canzoni, pieni di riferimenti all’uso e allo spaccio di droga. L’esposto probabilmente sarà presentato anche nelle altre città italiane dove il trapper si è esibito.

I due senatori, riferisce ancora il giornale in questione, sostengono che, oltre a “frequenti oscenità“, i testi delle canzoni dell’artista “si riferiscono pressoché tutti all’uso di droghe e spesso al loro spaccio, senza mai accennare alle negatività di tali pratiche, anzi prospettando tale stile di vita come simbolo di successo”.

Sfera Ebbasta è salito alla ribalta delle cronache per la tragedia della discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo: cinque ragazzi e una donna (cinque adolescenti e una mamma) sono morti schiacciati nella calca del locale, in provincia di Ancona, mentre tentavano di fuggire da posto in era in programma il live del cantante.

“Sono profondamente addolorato per quello che è successo ieri sera a Cornaldo. È difficile trovare le parole giuste per esprimere il rammarico e il dolore di questa tragedia. Non voglio esprimere giudizi sui responsabili di tutto questo, vorrei solo che tutti quanti vi fermaste a pensare a quanto può essere pericolo e stupido usare lo spray al peperoncino in una discoteca. Grazie a tutte le persone, le ambulanze e le forze dell’ordine che hanno prestato soccorso durante la notte. Per quanto a poco possa servire, il mio affetto e il mio sostegno vanno alle famiglie delle vittime e a quelle dei feriti e proprio per rispetto di questi ultimi tutti gli impegni promozionali e gli instore dei prossimi giorni verranno cancellati. La musica dovrebbe essere uno strumento che unisce le persone, speriamo che lo diventi davvero”, aveva scritto lui dopo la tragedia (Fedez attacca Sfera Ebbasta per la tragedia di Corinaldo).

Altre notizie