Chi è Folcast?

Ecco chi è Folcast, uno dei finalisti di Sanremo Giovani. Qui tutte le news e le curiosità che lo riguardano.

Chi è Folcast, uno dei finalisti di Sanremo Giovani

Folcast (pseudonimo di Daniele Folcarelli) è un cantautore romano classe ’92. Inizia il suo percorso musicale all’età di undici anni. Studia chitarra sin da piccolo, fino ad ottenere la laurea in chitarra pop al conservatorio. Fonda il suo progetto artistico sulle basi dell’energia e del groove, creando una miscela tra vari generi: funk, R&B, soul, blues, pop e rock, con dei lievi accenni al rap. Dal 2015 con l’ep omonimo, poi con l’album “Quess” del 2017, comincia a farsi strada nella scena romana affermandosi all’insegna di sonorità fresche e allegre. Nel 2019 pubblica il nuovo singolo “Cafu”. Singolare il fatto che nell’estate 2019 abbia aperto il live di un altro concorrente di Sanremo: Davide Shorty. A inizio 2020 inizia il lavoro sul suo secondo album, prodotto da Tommaso Colliva. In estate è l’opening act del live di Daniele Silvestri al Festival Suoni di Marca. Recentemente la sua carriera è definitivamente decollata, grazie alla partecipazione ad Ama Sanremo, ideato e condotto da Amadeus ed in onda su Rai1 nell’autunno 2020.

L’avventura sanremese

“Scopriti”, il brano proposto per Sanremo Giovani, è scritto e composto da Folcast. Alla composizione hanno collaborato Tommaso Colliva (già vincitore di un Grammy per il suo lavoro con i Muse e produttore di numerosi artisti, tra cui Diodato e Ghemon), che ha curato anche la produzione artistica, e Raffaele Scogna. L’arrangiamento degli archi è a cura di Rodrigo D’Erasmo. Ecco cosa ha scritto sui proprio social il cantautore romano:

#Scopriti è nata così. Sono impressionato da come sia cresciuta poi insieme a @toomilabs @rabbo_scogna e @rodrigoderasmo E anche da come voi la stiate facendo volare ??  Voi potete aiutarmi ancora votandomi quella sera durante il corso della diretta. Grazie milioni ??

Queste le sue parole.

L’esibizione con Alex Britti

Durante il lockdown di marzo 2020, Folcast ha avuto l’opportunità di esibirsi live sotti gli occhi e le orecchie attente di Alex Britti, che gli ha detto: “Bravo, yeah! Bel groove, spigne eh! Hai un modo tutto tuo di suonare, un po’ particolare. Hai un modo tuo strano, ma strano figo eh.. mentre suoni ti appoggi sul levare invece che sul battere“.

Grazie @alex_britti ! È stato strano perché anche se ero a casa, in camera mia, quando Alex mi ha chiamato nella sua diretta mi sono sentito come poco prima di salire sul palco per un live. Stavo a 2k.

Ha scritto Folcast sotto al post. A fargli compagnia anche tantissimi commenti di approvazione per la performance musicale.