Chi è Domenico Arcuri, il super-commisario nominato dal Premier Conte

Durante il collegamento a rete unificate di poco fa, il Premier Giuseppe Conte ha annunciato le nuove restrizioni per il nostro Paese e che si farà affiancare da Domenico Arcuri. Biografia ed incarichi precedenti.

Durante l’ultimo annuncio del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, sono state comunicate delle importanti novità che riguardano il nostro Paese. Oltre alle nuove direttive restrittive, Conte ha annunciato: “Nominerò a breve anche un commissario delegato per potenziare la risposta delle strutture ospedaliere a questa emergenza sanitaria. Sarà Domenico Arcuri. Rimaniamo distanti oggi, per correre più veloci domani. Tutti insieme ce la faremo”.

Chi è Domenico Arcuri

Domenico Arcuri è nato in Calabria nel 1963. Si è laureato in Economia e Commercio all’Unversità LUISS nel 1986 con una tesi sulla “Redditività economica e sociale degli investimenti pubblici nel Mezzogiorno”. Ha avuto una relazione con la giornalista e conduttrice televisiva Myrta Merlino; da questo amore è nata Caterina. Attualmente la Merlino è fidanzata con l’ex calciatore della Juventus e della Nazionale Marco Tardelli.

Nel 2017 si trovò al centro di una polemica quando il giornale di gossip “Chi” pubblicò due foto di Myrta Merlino; una che si baciava con Marco Tardelli e la seconda mentre Tardelli le toccava il lato b. A seguito di queste foto, Domenico Arcuri invitò Dagospia a precisare che “il Dr. Domenico Arcuri non ha mai contratto matrimonio con la suddetta giornalista, con la quale ha convissuto solo nel passato e dalla quale ha avuto una figlia”.

Incarichi precedenti di Domenico Arcuri

Domenico Arcuri è Amministratore Delegato di Invitalia (Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.A., è una società per azioni italiana partecipata al 100% dal Ministero dell’Economia, con sede a Roma) dal 2007. Dopo la laurea in Economia e Commercio alla Luiss nel 1986, ha iniziato a lavorare all’IRI nella Direzione pianificazione e controllo, dove si è occupato delle aziende del gruppo operanti nei settori delle telecomunicazioni, dell’informatica e della radiotelevisione.

Dopo alcune esperienze nel settore della consulenza ad alto contenuto tecnologico viene confermato per la terza volta nell’agosto 2013 come Amministratore Delegato di Invitalia. Su mandato del Governo (ai tempi in cui Enrico Letta era Premier) nel 2013 ha realizzato il piano di riorganizzazione, rilancio e sviluppo dell’Agenzia, ora partner strategico in grado di accompagnare i programmi di investimento delle Amministrazioni centrali e locali. Ad oggi Invitalia gestisce tutte le misure agevolative dello Stato per le imprese e le start up innovative.

Il Consiglio dei Ministri del 2 dicembre 2019 ha confermato Domenico Arcuri alla carica di AD di Invitalia. Il Premier Giuseppe Conte ha svolto una informativa ai fini dell’assenso del CdM al rinnovo dell’intero Cda, con decreto adottato dal Ministero dello sviluppo economico Stefano Patuanelli, d’intesa con il ministro dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri.

Il suo ruolo

Domenico Arcuri è stato nominato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte come nuovo super-commisario delegato. A lui toccherà il ruolo di collegamento tra Esecutivo e tutte le realtà coinvolte nella gestione di questa emergenza: dunque le Regioni, a cui fa capo la gestione delle strutture sanitarie, l’Istituto Superiore di Sanità, la Protezione Civile e tutta la filiera produttiva italiana che supporta gli sforzi per curare l’epidemia Covid19.

Come spiegato dallo stesso Conte, il Governo non intende avocare a sè i poteri di gestione della sanità pubblica. Quello di cui c’è bisogno è semmai una figura che sia predisposta a coordinare le risorse disponibili, raccogliere le richieste che arrivano dalle Regioni e predisporre al meglio la distribuzione delle forniture (mascherine, apparati medicali, attrezzature e farmaci). Il Dr. Arcuri inoltre avrà il compito di organizzare anche la filiera produttiva, permettendo a tutte le aziende italiane che sono coinvolte in questo sforzo di lavorare al meglio e possibilmente aumentare anche efficienza e produttività.

Domencio Arcuri va dunque ad aggiungersi alla task-force nuovo coronavirrus (Covid-19) istituita il 22 gennaio scorso con il compito di coordinare 24 ore su 24 le azioni da mettere in campo per evitare la diffusione dell’epidemia nel nostro Paese. Essa è composta da: Segretario generale, Direzione generale per la prevenzione, altre direzioni competenti, Carabinieri dei NAS, Istituto Superiore di Sanità, Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma, Usmaf (Uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera), Agenzia italiana del Farmaco, Agenas e Consigliere diplomatico. Per seguire le attività quotidiane della task force è necessario collegarsi al sito www.salute.gov.it nella sezione “News e Media – Comunicati”.

Dati forniti dal sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile; ore 18.00, giorno 11 marzo 2020:

Positivi: 10.590; Decedeuti: 827; Guariti: 1045