Coez: da rapper a nuovo cantautore italiano

Coez, all’anagrafe Silvano Albanese, ha iniziato la sua carriera come rapper per poi farsi conoscere dal grande pubblico come nuovo cantautore italiano. In poco tempo è diventato una delle icone della musica indipendente italiana, fino ai concerti in luoghi come il Forum d’Assago e l’Arena di Verona.


Silvano Albanese, conosciuto da tutti come Coez, nasce in provincia di Salerno nel 1983 ma è cresciuto sin dai primi anni a Roma. A 19 anni, dopo diversi anni passati da writer a colorare i muri di Roma, decide di dare vita insieme a Franz e Nicco il suo primo progetto musicale: il Circolo Vizioso.

Gli esordi

Nel 2007, grazie alla conoscenza tra Lucci, Bruno Cannavicci (conosciuto come “Snais”) e i due componenti del Circolo Vizioso, nasce il collettivo Brokenspeakers. Il collettivo romano inizia a prendere forma e si fa conoscere in tutta Italia, arrivando ad aprire anche concerti di artisti come Busta Rhymes, Mazzy, Friskis e Dilated Peoples, Club Dogo, Richard Benson e Colle der Formento.

Parallelamente al lavoro con il collettivo Brokenspeakers, Coez decide di intraprendere una carriera solista. A fine 2009 nasce il suo primo album Figlio di nessuno; il 25 novembre 2011 esce il mixtape Fenomeno in collaborazione con il DJ Sine mentre il 24 settembre 2012 è stato pubblicato per il download gratuito l’EP Senza mani.

La svolta

La svolta arriva con l’uscita del singolo e del video di Nella casa, il brano che è una critica al mondo della discografia e che porta Coez a farsi conoscere su tutta la scena musicale nazionale. Nel 2013, oltre a partecipare nella categoria giovani alla prima edizione del Music Summer Festival, esce per Carosello Records il suo album Non erano fiori, con la collaborazione di Riccardo Sinigallia. L’album riscuote buon successo entrando nella top 10 della Classifica FIMI.

Dopo la collaborazione nel 2014 con i rapper Gemitaiz e MadMan per la realizzazione del singolo Instagrammo, inserito nell’album Kepler, nel 2015 Coez rivela di aver finalmente completato il suo terzo album in studio, dopo un anno passato a comporre, dichiarando:

È circa un anno che sto scrivendo per il nuovo album. Più volte ho pensato di avere il disco praticamente in mano, ma dopo un po’ capivo che alcuni pezzi nonostante fossero belli mi suonavano come robe già dette, o comunque dette meglio in altre canzoni. Ora dovrei esserci, dovrei essere arrivato ad una conclusione, almeno per la scrittura, anche se spero sempre nell’ultima bomba, quella inaspettata che effettivamente mi capita quasi sempre

L’album esce il 4 settembre con il titolo Niente che non va, ad anticiparne l’uscita è stato il singolo La rabbia dei secondi. Il 5 maggio 2017 arriva l’esplosione vera e propria dell’artista, esce il suo quarto album da solista Faccio un casino, anticipato dai singoli : Faccio un casino, Taciturnal, Occhiali scuri ed E yo mamma.

Il disco, composto da dodici brani, è stato realizzato con la collaborazione di Sine e Niccolò Contessa de I cani, autori di gran parte delle musiche, mentre alla produzione sono stati coinvolti anche Ceri, Frenetik & Orange3, Stabber, e molti altri.

Il successo

Il quinto singolo estratto dall’album è La musica non c’è, con la quale l’artista raggiunge per la prima volta nella sua carriera la vetta della Top Singoli, oltre a ottenere sei dischi di platino dalla Federazione Industria Musicale Italiana in quell’anno. Nell’estate dello stesso anno collabora con Carl Brave e Franco126 al singolo Barceloneta che ha venduto oltre 25.000 copie in Italia.

È sempre bello è il quinto album in studio del canatutore, pubblicato il 29 marzo 2019 dalla Carosello Records anticipato dal singolo omonimo per celebrare i dieci anni di carriera.
Il brano è stato presentato a Roma e Milano con un appuntamento anticipato da un countdown per creare ancora più suspance. Coez ha scelto di proiettare sulle mura di un edificio storico alle Colonne di San Lorenzo a Milano e a Roma sulla facciata del MAXXI, il videoclip di È sempre bello, realizzato dagli YouNuts, uscito il 16 gennaio 2019.

La promozione del disco ha portato l’uscita del secondo singolo Domenica, brano che presenta sonorità elettrorap influenzate dalla musica degli anni ottanta; nella composizione del brano l’artista ha dichiarato di essersi ispirato al brano di Vasco Rossi, T’immagini.

News

In questi mesi Coez è impegnato con “È sempre bello in tour”, produzione Vivo Concerti: un allestimento innovativo che sta girando la Penisola con una band affiatata e che porta Coez sui palchi più importanti d’Italia.

Come per il nuovo album, al centro del live di Coez ci sono i claim più iconici delle canzoni, scelti dal cantautore anche per lo show. Le istantanee leggere e di ispirazione eighties insieme agli slogan dei brani di “E’ sempre bello”, sono il fil rouge che lega oltre due ore di musica live al progetto discografico di Coez.