Sanremo Giovani 2018: Mahmood è il vincitore della seconda serata

Chi ha vinto la seconda puntata di Sanremo Giovani 2018? Sono 12 gli artisti in gara che si sono sfidati nella seconda parte di questa nuova trasmissione che ha voluto fortemente proprio il direttore artistico Claudio Baglioni. Ecco cos'è successo nella serata condotta da Fabio Rovazzi e da Pippo Baudo.

Mahmood è il vincitore della seconda serata di Sanremo Giovani 2018 andata in scena venerdì 21 dicembre in diretta su Rai 1 dal Casinò di Sanremo. Si sono sfidati Federico Angelucci, Cannella, Cordio, La Rua, La Zero, Le Ore, Mahmood, Francesca Miola, Mescalina, Nyvinne, Saita, Sisma.

Mahmood ha vinto il premio della critica.

La classifica dal dodicesimo al primo posto: Saita, Le Ore, Cannella, Francesca Miola, La Zero, Angelucci, Mescalina, Sisma, Cordio, Nyvinne, La Rua, Mahmood.

Ecco la classifica della prima finale dal dodicesimo al primo posto: Symo, Diego Conti, Fedrix & Flaw, Wepro, Fosco17, Marte Marasco, Ros, Giulia Mutti, Andrea Biagioni, Federica Abbate, Deschema e Einar.

“È un brano che mi hanno proposto e quando l’ho sentito ho detto è bello, vorrei farlo. Mi piace perché racchiude tante cose, con cui posso dire ciò che penso, lo sento molto”, ha dichiarato Einar nella video intervista a Bellacanzone.

La 69esima edizione del Festival di Sanremo che vede, per il secondo anno la direzione artistica di Claudio Baglioni, andrà in onda su Rai 1 dal 5 al 9 febbraio 2019 in diretta dal Teatro Ariston (ecco l’elenco di tutti i Big in gara a Sanremo 2019).

Le dichiarazioni del direttore artistico Claudio Baglioni

Presentando la scorsa edizione del Festival, dissi che avrei voluto avere più tempo. Sentivo il bisogno di completare il percorso. Avevo detto che mi sarebbe piaciuto raddoppiarlo. Ecco, ora succederà. I giovani avranno a disposizione un’intera settimana televisiva: due prime serate di Rai 1 a dicembre, più quattro puntate di avvicinamento nel pre-serale, sempre su Rai 1, ha dichiarato Claudio Baglioni qualche mese fa attraverso un’intervista al settimanale Tv, Sorrisi e Canzoni.

Per le Nuove Proposte non è stato una specie di talent come ipotizzava qualcunoNon speriamo di pescare un talento tra migliaia di ragazzi che tentano la sorte: selezioneremo talenti veri tra veri talenti. Tutti giovani sì, ma tutti bravi. Non ci saranno cover da eseguire né sfide a eliminazione. Sarà un vero “contest”: un concorso, riservato a chi ha già una sua identità artistica e un minimo di esperienza discografica.

Io per primo lavorerò duro perché questa parte abbia la stessa caratura e la stessa rilevanza del Sanremo di febbraio, al quale approderanno i vincitori delle due serate di dicembre. Credo che la concomitanza con la gara dei Big finisca sempre per togliere luce ai giovani, aveva concluso Baglioni.

 

Altre notizie