Laura Ciriaco fuori da Sanremo Giovani: “Ho sopportato accuse violente e infondate” – Video

Laura Ciriaco ha fatto un video messaggio sul suo canale Youtube per chiarire tutto quello che è successo in merito alla sua esclusione da Sanremo Giovani. Nonostante la profonda amarezza, la cantante, ex concorrente di The Voice of Italy, ha spiegato l'accaduto.

A poche ore dall’inizio dell’avventura delle 24 Nuove Proposte a Sanremo Giovani è arrivata una notizia che ha lasciato tutti di stucco: Laura Ciriaco è stata esclusa perché il suo brano “L’Inizio”presenta importanti analogie e similitudini con il brano “I won’t give up”, dell’artista statunitense Jason Mraz.

Federico Angelucci con il brano “L’uomo che verrà” è entrato al suo posto proprio in corsa. Nessuna intervista ufficiale da parte della Ciriaco che ha preferito lasciare al suo canale Youtube lo spazio per un video messaggio importante.

Ho scritto poche righe per spiegare quello che è successo in questi giorni. Ho preferito scriverle e preferisco leggerle perché non è un momento facile per me, come potete capire. Alla luce degli avvenimenti rispetto al Festival di Sanremo Giovani sento il bisogno di spiegare alcune cose. A seguito dell’annuncio dei finalisti di Sanremo un video pubblicato da un anonimo su Youtube ha dichiarato che la mia canzone, L’inizio, plagiasse una canzone di Jason Mraz”.

In realtà è stata lei a scrivere ad un perito per chiarire la situazione, visto che non aveva mai ascoltato il brano in questione: “Non avendo mai sentito in tutta la mia vita questo brano e dopo aver constatato la somiglianza dei pezzi sono stata io a scrivere alla commissione di Sanremo, allo stesso artista e ai suoi agenti per cercare di chiarire le cose. Il mio team si è messo in contatto con alcuni periti per accertare l’inesistenza del plagio, nonostante la sorpresa degli stessi periti visto che solitamente è l’autore plagiato a chiedere questo tipo di certificato. Sono stati giorni difficili in cui io, la commissione di Sanremo e il mio team abbiamo dovuto sopportare accuse violente e soprattutto infondate, insulti pesantissimi su tutte le piattaforme, a cui abbiamo deciso di non rispondere, né controbattere, per non rendere più difficile il lavoro della commissione”.

Alla fine però il responso non è stato positivo: “Le indagini fatte da Sanremo e dai nostri periti hanno concluso che ‘sebbene la canzone non possa essere definita un plagio, non rispetta il requisito di essere nuova alle orecchie del pubblico’ e per questo motivo la mia canzone è stata esclusa da Sanremo Giovani. Seppur con grande dolore non posso che rispettare la decisione della commissione con grande rispetto verso di loro. Purtroppo non posso dire lo stesso per tutti coloro che hanno erroneamente gridato al plagio perché plagio non è. Ringrazio con il cuore tutti coloro che mi hanno sempre sostenuto, la casa discografica e il mio team. E tutti quelli che l’hanno fatto anche in questo frangente”.

Ora è solo meglio pensare al suo futuro nel mondo della musica: “Il mio album di inediti, Macerie, è pronto e uscirà molto presto. Questo spiacevole episodio non trasformerà o rallenterà l’avanzamento della mia carriera musicale. Nella vita c’è di peggio di quello che mi è appena successo, lo so, ma per parafrasare il titolo della mia canzone, questa brutta storia non segnerà né la fine, né l’inizio, anzi, io continuerò a cantarlo e a raccontarlo con tutto l’impegno e il mio crederci come e più di prima. Il mio team sarà felice di rispondere a tutte le eventuali domande e tutti i riferimenti per contattarci sono sulle mie pagine social“.

Altre notizie