Anna Tatangelo, “Ragazza di periferia” torna in radio con Achille Lauro & Boss Doms

Anna Tatangelo, "Ragazza di periferia" torna in radio con Achille Lauro & Boss Doms: Testo e Audio della nuova versione del brano che ha partecipato al Festival di Sanremo 2005 e che si è classificato al terzo posto della categoria Donne.

Ragazza di periferia” di Anna Tatangelo torna in radio, in tutti gli store digitali e sulle piattaforme streaming e questa volta in una versione speciale con Achille Lauro e Boss Doms. Due mondi apparentemente differenti, due percorsi di musica e di vita a prima vista destinati a strade tra loro lontane, si incrociano e si mischiano sotto il segno delle origini comuni, quelle della periferia.

Achille Lauro e Anna Tatangelo sono entrambi “ragazzi di periferia”, proprio come il titolo di una delle canzoni più famose della cantante di Sora (Frosinone). A 13 anni dal suo debutto al Festival di Sanremo 2005 (terzo posto nella categoria “Donne”), il brano viene rivestito dallo stesso Lauro, in team col fedelissimo Boss Doms, di nuove e provocanti sonorità.

Quasi a suggellare la nascita di questo nuovo percorso, il 7 novembre Anna è stata ospite sul palco del concerto di Achille Lauro all’Alcatraz di Milano in attesa dell’uscita del singolo prevista per il 9 novembre, Una collaborazione nata a colpi di like sui social network: dalla reciproca ammirazione artistica, il passo verso la collaborazione, sfociata nel riarrangiamento di uno dei brani cult di Lady Tata, è stato breve.

Stiamo lavorando alla regia di un docu-film su di noi. Racconta come dei ragazzi da niente, con stili diversi, riescono a creare nuovo stile musicale“, hanno raccontato qualche mese fa Achille Lauro e Boss Doms attraverso una video intervista a Bellacanzone durante le prove dei Wind Summer Festival 2018 a Roma.

La canzone originale

Ragazza di periferia” è un brano scritto da Vincenzo D’Agostino, composto da Gigi D’Alessio e Adriano Pennino e pubblicato, il 4 marzo 2005 dalla casa discografica Universal, come singolo apripista e title track dal secondo suo album in studio, “Ragazza di periferia“, per l’appunto

La canzone, co-prodotta da Adriano Pennino e Gigi D’Alessio, ha partecipato al Festival di Sanremo 2005, classificandosi alla terza posizione della categoria “Donne” (era una della quattro categorie in cui venivano divisi i 20 cantanti nell’edizione di quell’anno della kermesse canora di Rai 1).

Il singolo (con un videoclip musicale diretto da Gaetano Morbioli) ottiene un discreto successo di vendite: l’album, infatti, entra nella top 20 dei singoli più venduti in Italia il 17 marzo 2005, alla sedicesima posizione, unica posizione raggiunta dal brano.

Riuscirà a scalare le classifiche in questa nuova versione? Proponiamo il testo del brano che tutti i fan della Tatangelo conoscono:

Tu
Sei andato via da un po’
Hai deciso che
Non era giusto non amarsi più
Le mani
sul viso
Cercano una forza che non ho
Vorrei morire subito
Così
Non sarà giusto ma è cosi
L’alba che verrà
Un nuovo amore non avrà
Il cuore
Fa male
Batte un po’ più lento dentro me
È poca l’abitudine
Di sentirmi libera e
Con te
Ho speso tutta la mia età
Cosa ne farò
Di quelle frasi scritte sul telefono
Siamo noi la vita che fa vivere nel cuore
Questo amore incancellabile
Cosa ne farò
Le rileggerò
Per poi pensare che
Di te
Solo un messaggio resterà
Ma la verità
È solo una ferita dentro l’anima
Che si riaprirà tutte le volte
Che i pensieri danno scene irripetibili
La tua bugia
A una ragazza di periferia
E tu
Ragazzo di città
Mi racconterai
Parlando con gli amici tuoi
Magari
Per gioco
Sopra la mia storia riderai
Per le mie sere stupide
Dove fingevi un brivido
Con te
Ho speso tutta la mia età
Cosa ne farò
Di quelle frasi scritte sul telefono
Siamo noi la vita che fa vivere nel cuore
Questo amore incancellabile
Cosa ne farò
Le rileggerò
Per poi pensare che
Di te
Solo un messaggio resterà
Ma la verità
È solo una ferita dentro l’anima
Che si riaprirà tutte le volte
Che i pensieri danno scene irripetibili
La tua bugia
A una ragazza di periferia

Testo e Audio nuova versione

Sei andato via da un po’
Hai deciso che
Non era giusto amarsi più
L’amore fa male
Sapresti far morire pure me
Spero mi risparmierai

Vorrei morire anche io quando penso che è colpa mia
E sono tutte così dolci con me tu detestami
Sì sto soffrendo e non mi basta
È una giostra
Si sto per farmi un’altra volta
Si sto per farlo un’altra volta
Roulette russa

Con te
Ho speso tutta la mia età
Ma la verità
È solo una ferita dentro l’anima
Che si riaprirà tutte le volte
Che i pensieri danno scene irripetibili
La tua bugia
A una ragazza di periferia

E tu
Ragazzo di città
Perso nei tuoi guai
Le tre di notte e te ne vai
Domani per gioco con i tuoi amici mi deriderai
Non credere a insaputa mia
Come fossi una stupida

Con te
Ho perso me la mia metà
Cose ne farò
Dei nostri fogli bianchi su un telefono
Siamo noi la fine se la fine la vogliamo
Siamo incontrollabili
Cosa ne farò
Cosa ne farò

Di te
Solo un messaggio resterà
Ma la verità
È solo una ferita dentro l’anima
Che si riaprirà tutte le volte
Che i pensieri danno scene irripetibili
La tua bugia
A una ragazza di periferia
A una ragazza di periferia

Sei arrivata fin qui!

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro lavoro!
Metti Mi Piace alla nostra pagina, resterai sempre aggiornata su news, concerti e curiosità dal mondo della musica, della TV, dello spettacolo
e altro ancora!

Altre notizie