Virginio presenta Semplifica: “E al Circo Massimo con Laura Pausini…” [VIDEO]

Venerdì 22 giugno è uscito in radio e nei digital store Semplifica, il nuovo singolo di Virginio. Il brano, scritto dallo stesso artista insieme a Gianluigi Fazio e Edwyn Roberts, è è la prima tappa di un progetto musicale più ampio, fatto di brani, percorsi, evoluzioni musicali e cantautorali, tra suoni pop, elettronica e pianoforte. Una canzone inedita ed insolita per continuare il suo viaggio artistico senza però dimenticare che ognuno di noi ha dentro un nero e un bianco. Un problema e una soluzione. La soluzione per lui è nella semplicità, nel ritorno ad una freschezza e ad una leggerezza positiva. Un esempio è proprio la copertina del singolo in cui appare una foto di Virginio a soli 4 anni.

L’intervista

Com’è nato questo brano?
È un brano che ho scritto insieme a Gianluigi Fazio e Edwyn Roberts che sono due autori che stimo molto. Il titolo di questa canzone spiega molto. Quando la vita si complica tu semplifica, racconta il ritornello. Questo è il concetto che mi voglio portare dietro su questo nuovo brano che anticipa una serie di canzoni che poi arriveranno con l’album vero e proprio.

Allora vuoi anticiparci qualcosa sull’album?
L’album si chiamerà Semplifica come la canzone e uscirà più avanti. Ora ci sarà questo brano, poi un altro. Diciamo che iniziamo a scaldare i motori per quello che poi sarà il disco vero e proprio. Semplifica è un brano molto rappresentativo di questo progetto.

Quali differenze ci sono rispetto ai tuoi lavori precedenti?
Rispetto al passato indubbiamente questo disco ha molta elettronica e ha un’intenzione un po’ di leggerezza. Sono partito dalla frase di Italo Calvino che disse alle elezioni americane La leggerezza è il contrario della superficialità. Partendo da questo presupposto è nato Semplifica. In parte il disco ha un grande profumo elettronico sempre pop, dall’altra c’è il pianoforte predominante con melodie più malinconiche che sono tipiche della mia struttura. Vive praticamente in due anime.

Come hai scelto la squadra di autori?
È stato un evolversi naturale. Ci siamo ritrovati a scrivere con molti autori come Gianluigi Fazio e abbiamo capito subito che alcune canzoni sarebbero state inserite nel disco. È stato un processo semplice.

Continua a leggere e guardare la video intervista nella seconda pagina