Addio a Ennio Morricone: la top 10 delle canzoni indimenticabili (Video)

Vogliamo ricordare il Maestro Morricone con le sue note, che lo hanno reso celebre in tutto il mondo e ci hanno reso orgogliosamente italiani.

Si è spento nella mattina del 6 luglio 2020 all’alba presso il Campus Biomedico di Roma Ennio Morricone, il Maestro della musica italiana per film, e non solo. Tutto il mondo piange un uomo che ha fatto della sua passione il proprio lavoro. Con sacrificio e tanto studio, Ennio Morricone ha realizzato composizioni di primissimo ordine, rendendo lui ed il nostro Paese celebri in tutto il mondo.

Il maestro premio Oscar, si legge nella nota della famiglia, si è spento “all’alba del 6 luglio in Roma con il conforto della fede“. Morricone “ha conservato sino all’ultimo piena lucidità e grande dignità, ha salutato l’amata moglie Maria che lo ha accompagnato con dedizione in ogni istante della sua vita umana e professionale e gli è stato accanto fino all’estremo respiro. Ha ringraziato i figli e i nipoti per l’amore e la cura che gli hanno donato, ha dedicato un commosso ricordo al suo pubblico dal cui affettuoso sostegno ha sempre tratto la forza della propria creatività.

“L’aldilà? Mi pare che ci sia molta confusione”

Vogliamo qui ripercorrere alcune sue composizioni, omaggiandolo senza troppi fronzoli direttamente con la sua musica. Il pietismo e la compassione non hanno mai fatto parte del carattere del Maestro, che anzi si è sempre dimostrato molto pragmatico e concreto, oltre che ironico. In un’intervista dichiarò: “L’aldilà? Mi pare che ci sia molta confusione. Resurrezione della carne? Anime sublimate nella beatitudine? Mi piacerebbe che ci trasformassimo tutti in suoni”.

Ennio Morricone riceve l’Oscar onorario

Abbiamo scelto le dieci composizioni più celebri del Maestro per omaggiare la sua musica, che ci ha reso orgogliosi di essere italiani e gli ha permesso, tra le altre cose, di vincere nel 2007 l’Oscar onorario alla carriera. Nel 2016 invece il Premio Oscar per la “miglior colonna sonora” per il film “The Hateful Eight” (regia di Quentin Tarantino). L’anno successivo era stato inoltre insignito dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana “su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri”.

Le dieci composizioni più celebri

  1. Nuovo Cinema Paradiso (1988)

La colonna sonora, che valse al compositore italiano, nel 1990, un David di Donatello e un BAFTA, oltre al Prix Fondation Sacem del 43° Festival di Cannes, è prettamente classica, fatta di sinfonie orchestrali, trascinanti e avvolgenti.

2. Per un pungo di dollari (1964)

Terminato il montaggio del film, Sergio Leone, benché inizialmente molto restio, decise di incontrare Morricone e di proporgli la visione del film. Il regista, dunque, si recò a casa del compositore, scoprendo che era stato suo compagno di scuola alle elementari.

3. The mission (1986)

La colonna sonora dell’omonimo film di Roland Joffé è stata nominata per un premio Oscar nel 1986, mentre ha vinto il Golden Globe per la migliore colonna sonora originale e il BAFTA alla migliore colonna sonora. È stata inoltre selezionata come 23ª migliore colonna sonora del cinema americano dall’American Film Institute. Le note di questa composizioni risuoneranno in eterno perché all’eterno è destinata la bellezza.

4. C’era una volta il West (1968)

La musica venne scritta dal Maestro, ormai collaboratore regolare di Leone, sotto la direzione del regista prima dell’inizio delle riprese. Come ne Il buono, il brutto, il cattivo, la musica ossessionante, enfatizzata a tratti dal suono acuto, quasi stridulo, di un’armonica, contribuisce alla grandezza del film e, come quella del suddetto film, è considerata una delle più grandi composizioni di Morricone.

-

5. C’era una volta in America (1984)

Il regista (Sergio Leone) non aveva avuto dubbi, scegliendo immediatamente per la realizzazione delle musiche, il suo collaboratore di lunga data Ennio Morricone. La musica del film era stata commissionata da Leone con così largo anticipo che veniva ascoltata, seppur non nella versione orchestrata, sul set durante le riprese.

6. Gli Intoccabili (1987)

Anche qui torna l’ aderenza assoluta al poliziesco classico americano, ma inseguendo i salti mortali della cinepresa di De Palma.

7. The Hateful Eight (2015)

Una esperienza internazionale, col regista più alla moda, in qualche modo anche un ritorno al suo western anche se è tutto cambiato. La composizione gli valse l’Oscar. Morricone usò anche, dichiarati, tre brani composti per «La cosa», 1982.

8. Novecento (1900)

Inseguendo un secolo, Morricone mescola la storia della musica e la musica della storia, passando dai motivi popolari folk a note struggenti che racchiudono le storie personali.

9. Il buono il brutto e il cattivo (1966)

Anche questa colonna sonora, contenente spari e fischi, contribuisce a ricreare l’atmosfera che caratterizza il film. In un’intervista del 2000, il Maestro dichiarò: “Quando dirigo questo pezzo in concerto, gli ululati del coyote sono realizzati di solito con il clarinetto. Ma nella versione originale adottai soluzioni molto più inventive, due voci maschili cantavano sovrapponendosi uno la lettera A e l’altro la E”.

  • 10. La leggenda del pianista sull’oceano (1998)

La colonna sonora del film, composta da Ennio Morricone (che ha impiegato quasi un anno nella stesura), è composta da almeno trenta brani, e nel 2000 è riuscita ad aggiudicarsi un Golden Globe per la migliore colonna sonora originale.

Io penso che, quando fra cento, duecento anni, vorranno capire com’eravamo, è proprio grazie alla musica da film che lo scopriranno“, Ennio Morricone.