Paola Caruso e il padre biologico: “So chi è”

Paola Caruso e il padre biologico: "So chi è", ecco cosa ha detto in un'intervista la showgirl in merito al suo vero papà. Imma (la mamma) ha detto di aver avuto una storia con un calciatore molto famoso del Catanzaro che però è partito senza sapere nulla della gravidanza. Quando verrà svelato il nome dell'uomo?

Meno di una settimana fa a Live – Non è la D’Urso Paola Caruso ha scoperto l’identità della sua madre biologica, confermata dall’esito positivo del test del DNA. Ma chi è il padre biologico? Imma (la mamma) ha detto di aver avuto una storia con un calciatore molto famoso del Catanzaro che però è partito senza sapere nulla della gravidanza. L’uomo in questione ha giocato in quella squadra di calcio nel Campionato 1984/1985, mentre l’anno dopo ha cambiato team.

Imma ha svelato l’identità alla figlia, come ha rivelato lei stessa attraverso un’intervista a Il Corriere della Sera: “So chi è. So che non ha figli, quando sarà il momento dirò chi è. Dopo tutto quello che ha fatto Barbara d’Urso per me mi sembra giusto dirlo in una delle sue trasmissioni”.

Paola ha scoperto di essere stata adottata solo a 14 anni e per lei è stato uno shock, visto che i genitori non le avevano detto niente. Fu una sua amica a dirglielo, anche lei adottata da una coppia di genitori che era amica della sua. “Evidentemente era venuta a saperlo – ha continuato – Un giorno stavamo litigando e me lo disse: guarda che sei stata adottata come me. Non mi volevano dare spiegazioni. Più avanti l’ho capito, avevano paura di perdermi, appena affrontavo l’argomento si chiudevano nel silenzio. Oggi se mi metto nei loro panni li capisco. Io ero piccola e ci misi 10 anni a metabolizzare questa storia”.

Imma invece aveva partorito con il cesareo e una volta risvegliata dall’anestesia la madre le disse che la figlia era morta. “Sua madre — mia nonna — aveva paura delle voci di paese, io ero il frutto scandaloso della relazione tra mia mamma e un calciatore famoso in prestito al Catanzaro, negli anni in cui la squadra era anche in serie A. In Calabria i genitori comandano sui figli: mia nonna decise così, mia mamma era ignara anche se in cuor suo sapeva che non ero morta”, ha concluso.

C’è chi sul web ha iniziato a confrontare le rose di entrambi gli anni per ridurre i nomi a meno della metà, visto che in tanti sono rimasti nella stessa squadra in quelle due stagioni calcistiche. Chi è?