Jessica Mazzoli a Domenica Live: “Morgan mi ha ricattato, per lui sua figlia non esiste” – Video

Jessica Mazzoli a Domenica Live: "Per Morgan sua figlia non esiste" - Video dell'intervista che l'ex del cantante ha rilasciato nel programma domenicale di Barbara D'Urso in merito al rapporto dell'artista con la loro figlioletta Lara. Ecco cosa ha dichiarato in merito al loro rapporto.

Per Morgan sua figlia non esiste. Lui dichiara il falso. In questi anni ho sempre cercato di mettermi in contatto con lui. Quando ci siamo lasciati la bambina aveva tre mesi, ora ha sei anni e va in prima elementare”, queste le dichiarazioni shock rilasciate da Jessica Mazzoli a Domenica Live nel salotto di Barbara D’Urso domenica 27 gennaio 2019.

Morgan avrebbe visto la piccola Lara solo due volte in sei anni. Ho vissuto tutto questo tempo nell’illusione che le cose cambiassero. L’ho sempre tenuto al corrente attraverso messaggi della vita di mia figlia”, ha continuato l’ex concorrente di X Factor.

I due si sono conosciuti proprio nel talent show di Sky Uno ed è subito scoppiato l’amore. Da questa relazione è nata la piccola Lara, tuttavia l’idillio è finito ben presto. La cantante l’ha accusato spesso di non occuparsi della bimba sia attraverso la carta stampata, sia attraverso i suoi profili social. È accaduto anche durante il percorso dell’artista ad Amici di Maria De Filippi come coach.

“In passato le mie dichiarazioni non sono state comprese ed è normale – ha detto in un’intervista al settimanale Nuovo qualche anno fa – ma spero che adesso le persone capiranno che non erano dettate dal desiderio di avere un momento di gloria, ma dai miei stati d’animo e dall’insicurezza che avevo. Con il senno di poi non avrei fatto certe dichiarazioni e oggi vedo questa persona in maniera totalmente diversa, senza aggiungere né togliere il valore che merita”.

Forse proprio in ricordo di queste dichiarazioni la padrona di casa Barbara D’Urso ha cercato di capire al meglio le parole di Jessica. A suo dire Morgan avrebbe chiesto all’ex di non scrivere su Twitter messaggi contro di lui: “Mi assumo tutte le responsabilità, perché sto dicendo la verità. Mi ha ricattato. Se non parli male di me ti faccio fare qualcosa di musica. Così mi ha detto“.

“Sono uno trasparente e l’ho pagata la mia trasparenza – ha dichiarato Morgan qualche anno fa – Ho perso la credibilità dopo quell’intervista sulla tossicodipendenza. Dopo quell’intervista non ho più fatto dischi, non sono stato più pagato, mi hanno tolto le mie figlie. Per farmi credere ora devo gridare”. A chi dobbiamo credere?