Gabriella Pession: “Lino Guanciale è casa, è mio fratello” – Video

Gabriella Pession: "Lino Guanciale è casa, è mio fratello" - Video delle dichiarazioni rilasciate dall'attrice nel corso di un'intervista nel programma Verissimo con Silvia Toffanin in merito al collega con cui è a teatro e sul piccolo schermo.

Sabato 8 dicembre 2018 Gabriella Pession è stata ospite del salotto di Verissimo con Silvia Toffanin e ha parlato del collega e amico Lino Guanciale: “Lino è casa, è mio fratello. After Miss Julie è una piece teatrale che mio marito (Richard Flood, ndr) ha recitato in Inghilterra. Appena l’ho vista me ne sono innamorata e ho deciso di portarla in Italia. Sono la produttrice dello spettacolo e ho subito coinvolto Lino“.

After Miss Julie

Il regista teatrale Giampiero Solari dirige Gabriella e Lino in After Miss Julie di Patrick Marber. Si tratta di una trasposizione moderna, drammatica e seduttiva del classico di Strindberg, costruita attorno alla figura di Miss Julie, nata e cresciuta in una famiglia dell’alta società inglese. La protagonista vuole fuggire dalla sua vita di agio ed ipocrisie; vittima dell’eredità della sua anacronistica posizione, è una outsider della nuova società inglese appena proclamata con la vittoria dei Laburisti.

La storia si svolge durante i festeggiamenti per la vittoria del Partito Laburista, nella cucina della villa di famiglia in cui Miss Julie si lascia andare al gioco della trasgressione sociale e sessuale. I rapporti tra classi, l’emancipazione femminile e la liberazione sessuale sono temi centrali dello spettacolo.

La porta rossa

Non è l’unico progetto che vede i due attori insieme, infatti preso Guanciale e la Pession torneranno presto sul piccolo schermo per la seconda (e probabilmente ultima) stagione della fiction Rai “La porta rossa“. Le nuove puntate andranno in onda su Rai 2 di mercoledì da metà febbraio.

Nella serie tv Lino veste i panni di Leonardo Cagliostro, un commissario di polizia impulsivo e poco incline agli ordini dei magistrati, morto a causa di uno scontro a fuoco mentre inseguiva un sospetto narcotrafficante, detto il Messicano. Cresciuto in un orfanotrofio, passa la sua adolescenza in commissariato con il vicequestore Rambelli, che lui considera come un padre. Porta avanti le indagini sulla sua morte da fantasma, cercando così di salvare la vita alla moglie (Anna Mayer, interpretata proprio dalla Pession) ed alla figlia che questa sta aspettando, le quali saranno minacciate dal suo stesso assassino. Ce la fa, ma nell’ultima puntata non riesce ad attraversare la famosa “porta rossa” per andare in Paradiso. Perché?

Probabilmente sarà l’ultima stagione, visto che Guanciale non ama molto fare lo stesso personaggio per più di due stagioni: “Non bisogna abituarsi ma cambiare, crescere, perché nel momento in cui ti fermi c’è un’alta probabilità che quei numeri poi si abbassino. Ecco perché dico sempre che, fatte due stagioni di una serie, poi ho fame di progetti nuovi“, ha dichiarato.

Altre notizie