Wepro a Sanremo Giovani: “Non rinnego il mio passato” – Video

Ecco la video intervista a Wepro, in gara a Sanremo Giovani 2018 che andrà in scena giovedì 20 e venerdì 21 dicembre in diretta al Casinò di Sanremo e su Rai 1. Il cantante ha parlato del brano "Stop/Replay" e ha anticipato qualcosa in merito al suo prossimo album ed altri progetti.

Questa sera si esibirà anche i Wepro con  “Stop/Replay”. Wepro è il nome d’arte di Marco Castelluzzo, giovane artista che già in passato il pubblico ha potuto conoscere grazie al talent di Maria De Filippi. Infatti Castelluzzo partecipò all’undicesima edizione del programma e subito dopo la sua eliminazione volò negli Stati Uniti per dedicarsi allo studio della musica. Come ha raccontato nella video-intervista rilasciata a Bellacanzone il suo nome d’arte deriva dalla band di cui faceva parte: i Wedding Project.   Tra i suoi successi ricordiamo la colonna sonora per il film Disney “Rapunzel,” e la partecipazione  alla serie Tv “In Tour” in onda su Disney Channel.

Intervista

Come stanno andando questi giorni sanremesi?
Non c’è nessun clima di competizione.

C’è qualcuno che ti piace di più?
La Zero, credo che artisticamente sia una delle più forti.

Cosa pensi della novità annunciata oggi del tour mondiale?
Speriamo che non ci facciano suonare dove ci sono persone che non gradirebbero il nostro genere musicale, a parte questo speriamo sia un’esperienza fica.

Wepro da Wedding Project, la tua band. Come ti trovavi in una band, e come ti trovi ora da solista?
A me è sempre piaciuta l’idea della band, tutta la mia musica è di fatto suonata.

Del tuo passato c’è qualcosa che rinnegheresti?
Penso che il passato sia servito a capire delle cose. Non credo neanche di aver “sbagliato”, sono tutte esperienze.

E che cosa hai capito?
Ho capito molte cose della discografia, e sono contento di averle vissute quando ero molto piccolo.

Tu sei anche autore di colonne sonore…
È una cosa molto interessante, mi mette su un fronte su cui non sono molto abituato. Buttarti su cose a cui non sei molto abituato ti permette di forgiarti come autore, di metterti più allo scoperto, e quindi di apprendere molto di più.

Se dovessi scegliere un film del passato di cui scrivere la colonna sonora?
Big Fish.

Quali differenze ci sono tra il secondo pezzo presentato a Sanremo e Stop/Replay?
Penso che sia molto più “ignorante” del primo. La cosa bella di questo Sanremo è che non è noioso come le altre edizioni, è più diversificato, quindi più bello.

Stai lavorando anche a un album?
Ho già rilasciato dei singoli, Stop/Replay è il terzo di questi ci saranno tante cose interessanti in quest’album, è un progetto che credo valga la pena seguire.

Ringraziamo la web agency Esedigital per l’ospitalità.

Altre notizie