Ascanio Day: ecco com’è nato “Lascia entrare Ascanio”, fenomeno del web – Video

Ascanio Day: ecco com'è nato "Lascia entrare Ascanio", fenomeno del web - Video virale che ormai da 11 anni fa impazzire il popolo del web nella data dell'8 gennaio, giorno in cui la parodia incriminata è stata caricata su Youtube. Ecco la storia di questo brano iraniano, inspiegabilmente diventato famoso anche in Italia.

Internet è un mondo pieno personaggi improbabili che diventano famosi grazie al passaparola degli utenti. Canzoni e video che fanno in poco tempo il giro del web, ma spesso dopo poco tempo vengono dimenticati. Ascanio no. Di Ascanio si parla tutti gli anni, da ben undici anni, e questo fenomeno non accenna a smettere. Se non avete mai sentito parlare di Ascanio, cerchiamo di spiegarvi di cosa si tratta.

Dal 2008 la data dell’8 gennaio è ricordata per la hit “Esce ma non mi rosica“, parodia del brano “Pariya” del cantante iraniano Shahram Shabpareh. La canzone originale è stata adattata alla nostra lingua da Celestinocamicia, un utente di YouTube che nel ritornello ha ritrovato frasi che sembravano scandite in italiano, come “lasciamo entrare Ascanio dall’8 di gennaio” (in stile dei successi “travisati” dal Trio Medusa di RadioDeejay, per intenderci). E proprio l’8 gennaio del 2008 il video “incriminato” è stato caricato sulla piattaforma online, diventando in poco tempo un fenomeno virale.

E così ogni anno l’Ascanio Day spopola sui social network e soprattutto su Twitter: “Eii lascia entrare Ascanio dall’otto di Gennaio perché limarla è tosta esce ma non mi rosica #ascanioday”, “Anche io lascio entrare Ascanio. Fallo anche tu. #ascanioday”, “Anche questanno lasciamolo entrare. #AscanioDay #8gennaio”, “Sono entrata su Twitter solo per vedere se avevate fatto entrare Ascanio”, “Spalancate le vostre porte, le vostre finestre, le vostre portefinestre. SPALANCATE I VOSTRI CUORI! LASCIATE ENTRARE ASCANIO! #8digennaio #AscanioDay”.

Quest’anno anche Le Coliche si sono interessate al fenomeno virale, pubblicando un video dal titolo “Cosa succede se lasci entrare Ascanio?” con protagonista Ascanio Pacelli, personaggio del piccolo schermo, noto per aver partecipato ad una delle prime edizioni del Grande Fratello.

Ma chi è Shahram Shabpareh? “Pariya,” la canzone “incriminata” a cui deve il suo successo nel Bel Paese, fa parte dell’album “Madresseh”, pubblicato nel 1986. Un brano che deve essere abbastanza famoso in Iran, visto che cercando su Amazon si può trovare a inclusa in diverse raccolte di grandi successi pop iraniani. Non a caso, secondo quanto riporta Vice, Shabpareh è una sorta di padre nobile della musica iraniana ed è considerato da molti “il più grande batterista iraniano della storia“.

Testo “Lascia entrare Ascanio”

(Rit) x 2 Hei più bello tra gli angeli
non rimanere sola nel vicolo
i ragazzi del quartiere sono dei ladri
rubano il mio amore
rubano il mio amore

Amica dai bei capelli lunghi
che si veste di nero
alza le tue sopracciglia
non è che mi vuoi schiaffeggiare
Se un giorno venissi sulla terrazza
per farti vedere il viso
il sole se vuole venire fuori
io lo copro

Rit x 2

Quando apri le finestre
guardi in tutte le direzioni
Quando apri le finestre
mi chiami da ogni direzione
Da questo vicolo fino all’altro
sanno che mi chiami con lo sguardo
con lo sguardo mi chiami

Rit x 2

Amica dai bei capelli lunghi
che si veste di nero
alzi le tue sopracciglia
non è che mi vuoi schiaffeggiare
per farti vedere il viso
io lo copro

Rit x 2