Sanremo 2019: dal duetto Tatangelo-D’Alessio a Il Volo, le indiscrezioni sul cast

All Music Italia ha stilato un elenco dei papabili artisti che dovrebbero salire sul palco del Teatro Ariston per il Festival di Sanremo 2019. Ecco quali potrebbero essere i cantanti in gara, divisi per casa discografica di appartenenza.

Continuano le indiscrezioni in merito al cast dei Big del Festival di Sanremo 2019. Questa volta è All Music Italia a dare qualche anticipazione con un’analisi attenta delle diverse case discografiche.

A quanto pare per Sony dovrebbero presentarsi Deborah Iurato, Chiara Galiazzo, Giusy Ferreri, Anna Tatangelo in coppia con Gigi D’Alessio, Il Volo, Rocco Hunt, Baby K, Lorenzo Fragola, Enrico Nigiotti, Riki.

Federica Carta a Festival Show 2018: "Non mi fermo ai miei limiti" - Video intervistaPer la Universal dovrebbero esserci Federica Carta in coppia con Shade, Carmen Ferreri, gli Stadio, i Negrita, gli Ex Otago e Dolcenera. Per Warner invece sul palco del Teatro Artiston dovrebbero arrivare Loredana Bertè, Paola Turci, Thomas, Max Pezzali.

Per le altre etichette potremmo vedere Raphael Gualazzi, la neo accoppiata Raf e Umberto Tozzi, Arisa, Simona Molinari, il vincitore della passata edizione delle Nuove Proposte Ultimo, Bianca Atzei, Gianluca Grignani, Zen Circus, Modà, Spagna, Fiordaliso, Mietta e Pupo. Sarà davvero così?

Al momento l’unica conferma arriva dalla Bertè: “Tutti quelli che ho fatto sono andati male. Vorrei chiudere il cerchio e fare un Sanremo come si deve. Presenterò una canzone scritta da Gaetano Curreri“, ha dichiarato a Rockol.

Sanremo Giovani

Prima però assisteremo alla gara di Sanremo Giovani a dicembre. Pippo Baudo e RovazziSanremo Giovani: aperte le iscrizioni per il Festival dovrebbero essere alla conduzione. “Dicono? Dicono loro. Li abbiamo incontrati ma abbiamo incontrato anche altri […] Io non lo so, secondo me i cantanti possono presentarsi da soli! Mi piacerebbe (Baudo-Rovazzi), è un’accoppiata molto interessante […] Se saranno Baudo e Rovazzi, bisogna vedere come si comportano, quella è una selezione anche per loro. Qua non si guarda in faccia a nessuno!“, riporta Davide Maggio, come ha dichiarato Claudio Baglioni nel corso di una conferenza stampa he si è svolta a Firenze in seguito alla prima data del tour Al Centro.

Lo schema prevede una settimana di attività (dal 17 al 21 dicembre) intorno alle Nuove Proposte (che dovrebbero essere 26 in tutto, salvo cambiamenti in corsa). Una bella ambizione per il direttore artistico Claudio Baglioni, cioè riuscire a dare spazio a più emergenti in una rassegna separata. Non sarà un talent show. Le iscrizioni sono terminate qualche giorno fa e la commissione dovrà ascoltare circa 800-900 brani in breve tempo.

o per primo lavorerò duro perché questa parte abbia la stessa caratura e la stessa rilevanza del Sanremo di febbraio, al quale approderanno i vincitori delle due serate di dicembre. Credo che la concomitanza con la gara dei Big finisca sempre per togliere luce ai giovani, ha dichiarato il presentatore attraverso un’intervista al settimanale Tv, Sorrisi e Canzoni.

 

Altre notizie