Noel Gallagher: in arrivo un nuovo disco di inediti?

Giornalisti e cronisti non lo lasciano mai stare e lo seguono in ogni suo spostamento: in questo preciso momento, infatti, l’attenzione su Noel Gallagher è particolarmente alta. Il motivo è in parte la presentazione del suo nuovo lavoro editoriale, visto che ha svelato al pubblico il libro “Any Road Will Get Us There (If We Don’t Know Where We’re Going)”, presso il King’s Palace di Londra. Ebbene, durante un breve scambio di battute con i cronisti presenti, Noel si è lasciato andare qualche frase probabilmente “di troppo”. Sì, perché si è espresso sulla possibilità che possa esserci un seguito a “Who Built The Moon?”, l’ultima fatica discografica dell’ex cantante degli Oasis.

Noel Gallagher ha ammesso di aver trascorso le ultime settimane tra impegni molto fitti, per via di numerose sedute di registrazioni, che sono state svolte presso gli studi – qualsiasi appassionato di musica li ha sentiti nominare almeno una volta – di Abbey Road, insieme al celebre produttore David Holmes, che aveva già preso parte al suo ultimo lavoro. Un percorso che verrà interrotto per via di alcune date a cui Noel dovrà presenziare nell’America del Sud, ma che poi riprenderà senza alcun dubbio.

Le parole di Gallagher sul prossimo album

Gallagher, tifosissimo di quel Manchester City che si è aggiudicato il campionato, confermando le previsioni che lo davano come favorito per la vittoria della Premier League 2018/2019, ha rilasciato alcune interessati dichiarazioni che riguardano anche la fonte di ispirazione di questo nuovo album. Il famoso artista londinese, infatti, ha sottolineato che, per diverse canzoni che saranno presenti all’interno del nuovo disco, spesso abbia fatto riferimento a delle persone che ha incontrato nel corso della sua infanzia. Non solo, ma ha preso come riferimento anche fatti e persone che ha conosciuto durante quel periodo che ha preceduto l’enorme successo avuto in tutto il mondo.

Tutti i fan, ora, si chiedono quale potrebbe essere il sound del prossimo album di Noel Gallagher. Ebbene, la risposta – piuttosto vaga sull’argomento, è bene sottolinearlo – che è stata data dall’artista inglese non ha colmato la sete di curiosità degli appassionati. Secondo quanto riferito da Noel, infatti, ci saranno degli elementi in comune con la disco degli anni Settanta e con la nascita del mondo. Uno dei più grandi auspici dell’artista britannico è che tutto questo grande lavoro che sta facendo dietro al nuovo album possa dare i frutti nel più breve tempo possibile. Anzi, l’obiettivo pare che sia proprio quello di provare a lanciare sul mercato il nuovo album entro la fine del 2020.

Noel Gallagher ha una considerazione tutta sua del concetto di gruppo, sostenendo come nessuno, all’interno della sua band, possa definirsi il migliore. Anzi, si sente particolarmente fortunato per via del fatto che tutto quello che combinano in sala registrazioni poi alla gente piace. Non si sente né il miglior cantante, ma nemmeno il miglior chitarrista in tutto il mondo. Quello che continuerà ad essere, sempre e comunque, sarà semplicemente “sé stesso”.

È uscito il nuovo singolo

C’era un po’ di attesa, ma finalmente il nuovo singolo della band di Noel Gallagher è arrivato: è stato intitolato “Black Star Dancing”. In realtà si tratta di una mossa decisamente a sorpresa da parte dei Noel Gallagher’s High Flying Birds, visto che questo nuovo singolo non fa altro che anticipare l’uscita dell’Ep, programmata per il prossimo 14 giugno. Nonostante l’uscita ravvicinata, il singolo “Black Star Dancing” non è stato cantato al Concerto del Primo Maggio da parte di Gallagher, preferendo puntare su diverse canzoni che sono state ricavate dal terzo disco della band britannica. Nel set di canzoni al Concerto del Primo Maggio, invece, ha inserito anche alcuni dei brani storici degli Oasis, come ad esempio “Wonderwall”, “Stop Crying Your Heart Out”, ma anche una mitica canzone dei Beatles come “All You Need is Love”.

La nuova canzone “Black Star Dancing” ci ha messo pochi istanti per finire nella rotazione delle radio e, all’interno dei negozi digitali, si può già comprare. Per chi volesse mettere le mani sul vinile 33 giri, invece, servirà attendere ancora un po’, dal momento che per ora tale versione si può solamente preordinare, dato che verrà messa a disposizione a partire dal prossimo 14 giugno, insieme all’uscita di tutto il nuovo Ep. Noel Gallagher ha già parlato in modo approfondito di questo nuovo singolo, definendolo come un insieme di influenze di U2, Queen, Indeep, ZZ Top e David Bowie.

Il nuovo Ep

Il prossimo Ep dei Noel Gallagher’s High Flying arriverà dopo un digiuno di un anno e mezzo circa dal lancio dell’ultimo album, “Who Built the Moon?”, che venne proposto al pubblico nel mese di novembre del 2017 e che riuscì a raggiungere il disco d’oro in Gran Bretagna solamente dopo due settimane dal lancio. Nel nuovo EP ci saranno tre differenti versioni della canzone da cui prende il nome, ovvero Black Star Dancing, ma ci sarà spazio anche per due interessanti singoli come “Sail On” e ”Ratting Rose”.

Altro aspetto degno di nota: Noel Gallagher ha già svelato non solamente il titolo e la data di release, ma pure la copertina: si tratta di una foto caleidoscopica, che è stata realizzata da parte di Gareth Halliday. Infine, per i fan italiani, ci sarà la possibilità di ascoltare alcune canzoni del nuovo Ep direttamente dal vivo, visto che la tournée dei Noel Gallagher’s High Flying Birds toccherà anche la penisola italiana, l’8 luglio al Pistoia Blues Festival e il 9 luglio a Mantova Arte e Musica.

Il legame con il calcio e il Manchester City

Non solo musica, dato che, come detto, Noel Gallagher è anche un grande tifoso del Manchester City e ha voluto parlare a lungo anche del suo pensiero su Guardiola. “Mai alla Juventus”: questo è sostanzialmente la sua opinione su quello che ritiene un grandissimo allenatore oltre che una persona fantastica sotto ogni aspetto, smentendo un po’ tutte le voci di mercato che darebbero Andrea Agnelli particolarmente interessato all’ex tecnico del Barcellona per sostituire Massimiliano Allegri, che pare proprio in procinto di lasciare la Juventus.