m2o ricorda Avicii ad un anno dalla morte: gli appuntamenti

m2o ricorda Avicii ad un anno dalla morte: gli appuntamenti per celebrare il talento del produttore svedese con due appuntamenti speciali trasmessi sabato 20 e domenica 21 aprile 2019. Albertino, direttore artistico della radio, racconterà la storia del produttore svedese tramite le sue canzoni e i momenti più importanti della sua carriera.

Ad un anno della scomparsa di Avicii, m2o celebra il talento del produttore svedese con due appuntamenti speciali trasmessi sabato 20 e domenica 21 aprile 2019.

Sabato 20 aprile su m2o sarà Avicii Day, una giornata intera dedicata al cantante con un tributo all’artista in onda ogni ora. Domenica 21 aprile alle 23.00 invece, all’interno di Special Guest, il nuovo programma domenicale di m2o che nelle prime due puntate ha visto ospiti Cosmo e M¥SS KETA, sarà condotto eccezionalmente da Albertino, direttore artistico della radio, che racconterà la storia del produttore svedese tramite le sue canzoni e i momenti più importanti della sua carriera.

Pseudonimo di Tim Bergling, Avicii era uno dei pei più importanti DJ della musica dance elettronica, noto per canzoni come “Levels” o “Wake me up” e per aver collaborato con alcuni dei più famosi artisti della musica pop e house contemporea, tra cui Madonna, David Guetta, Chris Martin e Nile Rodgers. Ad un anno dalla sua scomparsa, è uscito da pochi giorni “SOS”, il primo singolo estratto dal disco di inediti “Tim”, il suo primo disco postumo, in uscita il prossimo 6 giugno.

I proventi del disco postumo andranno alla Tim Bergling Foundation, che la sua famiglia ha creato non molto tempo dopo la sua morte, a sostegno dei gruppi impegnati nella salute mentale e nella prevenzione dei suicidi.

“Lottava con i suoi pensieri sul significato della vita, della felicità. Non ce la faceva più. Voleva trovare pace. Tim non era fatto per la macchina del business in cui si è ritrovato, era un ragazzo sensibile che amava i suoi fan ma schivava la luce dei riflettori. Tim sarai amato per sempre e ci mancherai. La persona che eri e la tua musica terranno viva la tua memoria. Ti vogliamo bene, la tua famiglia”, si legge in un comunicato diffuso dalla famiglia dopo la sua morte.

Bella iniziativa del nuovo direttore di m2o Albertino: “Ho trascorso anni indimenticabili nella radio in cui sono nato e cresciuto. Desideravo questo profondo e radicale cambiamento nel mio percorso, sia professionale, sia personale. Con l’aspirazione di trasformare m2o in un riferimento per le arti musicali, il mio punto di partenza è proprio la musica, che da sempre, per me, è il centro di tutto”.