Francesca Michielin al Carroponte nel 2020: come acquistare i biglietti

Francesca Michielin al Carroponte nel 2020: come acquistare i biglietti per la data speciale dell'artista pronta ad uscire con un nuovo album. I biglietti per l'evento, prodotto da Vivo Concerti saranno disponibili in prevendita su TicketOne dalle ore 11.00 del 15 novembre, online e in tutti i punti vendita autorizzati da mercoledì 20 novembre.

Francesca Michielin torna con un nuovo singolo dal titolo “Cheyenne” in collaborazione con Charlie Charles, che ha curato la produzione della canzone, in rotazione radio e disponibile su tutte le piattaforme digitali da venerdì 15 novembre, che anticipa il prossimo album di inediti che uscirà in primavera.

La Michielin è pronta a tornare anche live e, per la prima volta, il 20 settembre 2020 suonerà dal vivo sul palco del Carroponte, il tempio della musica urban alle porte della città lombarda.

I biglietti per l’evento, prodotto da Vivo Concerti saranno disponibili in prevendita su TicketOne dalle ore 11.00 del 15 novembre, online e in tutti i punti vendita autorizzati da mercoledì 20 novembre (acquista qui i biglietti per il concerto di Francesca Michielin al Carroponte).

Se arrivi da fuori Milano e vuoi alloggiare vicino al luogo dell’evento, ti consigliamo di guardare su Booking gli hotel e i b&b vicino al Carroponte (controlla hotel o b&b a Milano).

Francesca Michielin: news

La cantautrice e polistrumentista dai mille successi con tre dischi all’attivo, numerose featuring, quasi 200 milioni di visualizzazioni sul suo canale YouTube e che si è esibita nei palchi più importanti d’Italia, torna sulle scene con un singolo totalmente diverso che testimonia ancora una volta la sua grande ecletticità, riconfermandola una delle cantanti più complete ed interessanti del panorama attuale.

“Cheyenne”, scritto da Alessandro Raina, Davide Simonetta, Mahmood e Charlie Charles è un singolo romantico, nostalgico, pieno di contrasti, che nasconde un cuore synth e ballabile, incalzante con i suoi ritmi electro-pop.

La voce dell’artista si unisce in modo speciale alla consolle di Charlie Charles, i tappeti di archi alle percussioni digitali e i vocalizzi tribali al pianoforte. La Michielin racconta la melanconia del ricordo, che scatena emozioni quando associata alla vita. L’illusione di aver vissuto qualcosa di grande, che è poi scomparso senza lasciare traccia. Se fossimo cheyenne, ma siamo solo gente. Solo gente che sbaglia, poi si chiama amore.

Magari la vedremo anche al Festival di Sanremo, visto che che l’album dovrebbe uscire proprio dopo il mese di febbraio? Tornate su Bellacanzone per tutti gli aggiornamenti (acquista su Amazon cd e gadget di Francesca Michielin)!

PH. Ufficio Stampa