Fabrizio Moro in concerto, disponibili i biglietti: prezzi e come acquistare

Fabrizio Moro in concerto, disponibili i biglietti: prezzi e come acquistare i ticket per le nuove date che il cantautore romano farà a novembre e dicembre 2019. Un’occasione unica per vedere dal vivo uno dei cantautori più apprezzati del panorama musicale italiano, capace di emozionare il suo pubblico grazie alle sue parole.

Dopo i 4 imperdibili concerti nei palasport, Fabrizio Moro tornerà a esibirsi dal vivo nei principali teatri italiani con “Figli di nessuno Tour”. Queste le date ad ora confermate:

  • 13 novembre – Tuscany Hall di FIRENZE
  • 16 novembre – Teatro Dis_Play di BRESCIA
  • 18 novembre – Europauditorium di BOLOGNA
  • 20 novembre – Teatro Colosseo di TORINO
  • 26 novembre – Teatro Ponchielli di CREMONA
  • 29 novembre – Nuovo Teatro Carisport di CESENA
  • 30 novembre – Teatro La Fenice di SENIGALLIA (AN)
  • 2 dicembre – Teatro Massimo di PESCARA
  • 4 dicembre – Teatro Augusteo di NAPOLI
  • 5 dicembre – Teatro Team di BARI
  • 6 dicembre – Teatro Verdi di BRINDISI
  • 12 dicembre – Teatro Openjobmetis di VARESE
  • 14 dicembre – Teatro Verdi di MONTECATINI (PT)
  • 18 dicembre – Pala Congressi di LUGANO

I biglietti per i live, prodotti da Friends & Partners, sono disponibili in prevendita dalle ore 16.00 di mercoledì 3 luglio su www.ticketone.it e dalle ore 11.00 di mercoledì 10 luglio nei punti vendita e nelle prevendite abituali.

Le prevendite per le date di Bari e Brindisi saranno invece attive da giovedì 4 luglio. Sul palco insieme a lui ci sarà la sua storica band: Claudio Junior Bielli (Pianoforte, Tastiere e Programmazioni), Roberto Maccaroni (chitarra e cori), Davide Gobello (chitarra), Alessandro Inolti (batteria), Andrea Ra (basso e cori).

Figli di nessuno” è il nuovo disco di Fabrizio Moro che arriva a due anni di distanza dal precedente “Pace”. Undici brani in cui l’artista non abbandona il linguaggio schietto, diretto e senza filtri che lo contraddistingue, unito all’idea di riscatto e autodeterminazione.

L’inconfondibile timbro di Moro ancora una volta torna a far emozionare e riflettere, grazie alla capacità di parlare alle persone colpendo non solo il cuore, ma anche la mente. Musicalmente, si spazia dal rock di “Quasi” alla dolcezza dell’arrangiamento di “Come te”, un’atipica scelta melodica che si discosta dallo stile che di solito predilige Fabrizio.

“Io lo definirei un lavoro benedetto perché arriva in un momento in cui sono praticamente sono senza energie psichiche e fisiche. C’è stato un tour di 130 date in due anni, un Festival di Sanremo e un Eurovision Song Contest, quindi una serie di impegni molto intensi. Ogni volta che mi mettevo al pianoforte o imbracciavo la chitarra, arrivavano le cose giuste e non era mai capitato, in nessuno dei dieci album che ho prodotto”, ha dichiarato Fabrizio Moro in una video intervista a Bellacanzone.