Francesca Miola a Sanremo Giovani: “Sul palco indosserò ‘un quadro'”- Video

Ecco la video intervista a Francesca Miola in gara a Sanremo Giovani 2018 che andrà in scena giovedì 20 e venerdì 21 dicembre in diretta al Casinò di Sanremo e su Rai 1. La cantante ha parlato del suo brano "Amarsi non serve", del suo percorso ad Area Sanremo e del look particolare che avrà per l'esibizione.

Francesca inizia a muovere i primi passi artisti nel 2015 all’interno della scuola di Amici di Maria De Filippi. Nel 2016 si è esibita all’EXPO  e viene scelta tra le 10 voci femminili per accompagnare Dillon nell’esibizione a Milano.  “Amarsi non serve” è il brano con cui si è classificata tra i 24.

Intervista

Come stanno andando questi giorni sanremesi?
Sono giorni intensi e positivi.

Cosa dobbiamo aspettarci dalla tua esibizione domani sera?
Io penso a fare del mio meglio, voglio fare una bella esibizione, penso a questo.

Qualche anticipazione sul look?
Indosserò un quadro di Monet. Le Ninfee, di Monet.

Tra gli altri artisti in gara, c’è qualcuno che temi di più?
Ho delle preferenze, però son bravi tutti.

Tu hai fatto il percorso di Area Sanremo. Come è andata questa esperienza?
È stato intenso, lungo e pieno di cose formative.

Come nasce il tuo brano?
Questo pezzo è stato scritto da Zibba, Marco Rettani e Stefano Paviani. Pur non avendolo scritto da me l’ho subito sentito mio. È un pezzo che non nasce per essere una hit o un pezzo super radiofonico, e a me piace questa cosa. È un pezzo che richiede del tempo per essere capito, un po come me.

Rispetto a questo brano, il secondo brano che è stato presentato a Sanremo Giovani che differenze ha?
Il tema è sempre quello dell’amore. Come sonorità forse è più una ballad, c’è il pianoforte e gli archi.

Stai lavorando a un album?
Spero di concretizzarlo.

Ieri è stato annunciato questo tour mondiale…
Può dare tantissimo andare all’estero, quindi sarebbe bellissimo.

Tu hai lavorato molto all’estero, come vedi la musica rispetto all’Italia?
Il pubblico apprezza molto la musica italiana, ha questa concezione forse legata al passato. La musica ha un ruolo importante e viene molto rispettata.

Ringraziamo la web agency Esedigital per l’ospitalità.

Altre notizie