Emmy Awards 2018: vincitori e streaming

Ecco tutti i vincitori degli Emmy Awards 2018, il più importante riconoscimento, americano ed internazionale, alla produzione televisiva. Cos'è successo nella premiazione della nella notte tra lunedì 17 e martedì 18 settembre?

Gli Emmy Awards 2018 arrivati alla 70esima edizione sono andati in onda in diretta esclusiva su Rai 4 e Rai Radio 2 nella notte tra lunedì 17 e martedì 18 settembre. Dall’1.55 alle 5 del mattino c’è stato anche il commento audio di Filippo Solibello e Marco Ardemagni, storici conduttori di Caterpillar AM.

Un riassunto della cerimonia di premiazione verrà trasmessa su Rai 4 martedì 18 settembre alle ore 18.30. La diretta su Rai Radio 2 invece è stata ospitata all’interno della trasmissione “I Lunatici”, condotta dai neo-arrivati da Radio Cusano Campus Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

La premiazione

Gli Emmy Awards sono il più importante riconoscimento, americano ed internazionale, alla produzione televisiva. Colin Jost e Michael Che, famosi autori e comici del popolare varietà di NBC Saturday Night Live, sono stati i conduttori di questa edizione direttamente dal Microsoft Theater di Los Angeles.

Per la prima volta a guidare la classifica delle candidature è Netflix con 112 nomination contro le 108 ottenute da HBO. Fra le serie ad aver ricevuto il maggior numero di nomination Il Trono di Spade, Westworld e The Handmaid’s Tale.

Nomination

In nomination nella categoria drammatica abbiamo visto “Il Trono di Spade”, “The Americans”, “The Handmaid’s Tale”, “Stranger Things”, gli androidi di “Westworld”, la famiglia reale di “The Crown” e i gemelli di “This is us”.

In gara come migliori attori drama Jason Bateman (“Ozark”), Sterling K. Brown e Milo Ventimiglia per “This Is Us”, Ed Harris e Jeffrey Wright per “Westworld” e Matthew Rhys per “The Americans”.

Sul fronte femminile: Claire Foy (“The Crown”), Tatiana Maslany (“Orphan Black”), Elisabeth Moss (“The Handmaid’s Tale”), Sandra Oh (“Killing Eve”), Keri Russell (“The Americans”), Evan Rachel Wood (“Westworld”).

Per quanto riguarda la parte comedy la sfida è stata tra “Atlanta”, “Barry”, “Black-ish”, “Curb your enthusiasm”, “Glow”, “Unbreakable Kimmy Schmidt”, “Silicon Valley” e “The Marvelous Mrs. Maisel”.

Per la miglior interpretazione maschile abbiamo trovato invece Donald Glover per “Atlanta”, Bill Hader per “Barry”, Anthony Anderson per “Black-ish”, William H. Macy per “Shameless”, Larry David per “Curb Your Enthusiasm” e Ted Danson per “The Good Place”.

Infine ella categoria femminile ci sono state Pamela Adlon (“Better Things”), Rachel Brosnahan (“The Marvelous Mrs. Maisel”), Allison Janney (“Mom”), Issa Rae (“Insecure”), Tracee Ellis Ross (“Black-ish”), Lily Tomlin (“Grace and Frankie”).

Tutti i vincitori

  • Miglior Serie Drammatica: Game of Thrones (Hbo)
  • Miglior Serie Comedy: The Marvelous Mrs. Maisel (Amazon)
  • Miglior Mini Serie: The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story (Fx)
  • Miglior Attrice In Una Serie Drammatica: Claire Foy, per il ruolo della Regina Elisabetta in The Crown (Netflix)
  • Miglior Attore In Una Serie Drammatica: Matthew Rhys, per il ruolo di Philip Jennings in The Americans (Fx)
  • Miglior Attrice In Una Serie Comedy: Rachel Brosnahan, per il ruolo di Miriam “Midge” Maisel in The Marvelous Mrs. Maisel (Amazon)
  • Miglior Attore In Una Serie Comedy: Bill Hader, per il ruolo di Barry Berkman/Block in Barry (Hbo)
  • Miglior Attrice In Una Mini Serie O Tv Movie: Regina King, per il ruolo di Latrice Butler in Seven Seconds (Netflix)
  • Miglior Attore In Una Miniserie O Tv Movie: Darren Criss, per il ruolo di Andrew Cunanan in The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story
  • Miglior Attrice Non Protagonista In Un Drama: Thandie Newton, per il ruolo di Maeve in Westworld (Hbo)
  • Miglior Attore Non Protagonista In Un Drama: Peter Dinklage, per il ruolo di Tyrion Lannister in Game of Thrones (Hbo)
  • Miglior Attrice Non Protagonista In Una Serie Comedy: Alex Borstein, per il ruolo di Susie in The Marvelous Mrs. Maisel (Amazon)
  • Miglior Attore Non Protagonista In Un Drama: Peter Dinklage, per il ruolo di Tyrion Lannister in Game of Thrones (Hbo)
  • Miglior Attore Non Protagonista In Una Serie Comedy: Henry Winklern, per aver interpretato Gene Cousineau in Barry
  • Miglior Attrice Non Protagonista In Una Mini Serie O Tv Movie: Merritt Wever, per il ruolo di Mary Agnes in Godless (Netflix)
  • Miglior Attore Non Protagonista In Una Mini Serie Limited O Tv Movie: Jeff Daniels, per il ruolo di Frank Griffin in Godless (Netflix)
  • Migliore Sceneggiatura per Una Serie Comedy: Amy Sherman-Palladino, per l’episodio Pilot di The Marvelous Mrs Maisel
  • Migliore Regia per Una Serie Comedy: Amy Sherman-Palladino, per l’episodio Pilot di The Marvelous Mrs Maisel

Sei arrivata fin qui!

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro lavoro!
Metti Mi Piace alla nostra pagina, resterai sempre aggiornata su news, concerti e curiosità dal mondo della musica, della TV, dello spettacolo
e altro ancora!

Altre notizie